Carbonera, costringeva gemelle 19enni a prostituirsi: arrestata

Un ventenna di Carbonera costringeva due sorelle gemelle di 19 anni a prostituirsi sulla Pontebbana. Per questo i Carabinieri hanno fatto irruzione nel suo appartamento e la hanno arrestata

Blitz dei Carabinieri di Treviso in un appartamento di Carbonera, dove E.L., cittadina romena di 20 anni, è stata arrestata per induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Secondo gli inquirenti la giovane costringeva due connazionali, due sorelle gemelle di 19 anni, a vendersi sulla strada Pontebbana. Le due ragazze erano state attirate in Italia a gennaio con la promessa di un lavoro regolare, ma una volta arrivate a Treviso sono messe sulla strada, dove erano controllate a vista dall'indagata che, a sua volta, si prostituiva.

L'arresto è nella notte tra mercoledì e giovedì. Nell'appartamento, oltre all'indagata e alle sue due vittime, c'era anche una tredicenne, figlia di un'albanese che, rientrata temporaneamente in patria, ha lasciato la ragazzina in affidamento alla ventenne. Secondo quanto accertato dai Carabinieri, la minore non sarebbe stata coinvolta nel giro di prostituzione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma alla locanda Righetto: 28enne trovata senza vita nella sua stanza

  • Indagine sull'ex comandante dei carabinieri di Castelfranco, l'inchiesta si allarga

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Ordina uno spritz con gli amici: muore a 59 anni stroncato da un infarto

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Malore fatale, 50enne trovato morto nella sua roulotte

Torna su
TrevisoToday è in caricamento