Cronaca

Blitz all'ex Saita a Conegliano: ci vivevano in 12, scatta lo sgombero

Polizia, vigili, carabinieri e vigili del fuoco lunedì mattina hanno sgomberato lo stabile. Un arresto, una denuncia e sette colpiti da foglio di via

CONEGLIANO Le forze dell’ordine sono entrate in azione alle 6 del mattino e, all’interno, hanno trovato una serie di appartamenti occupati abusivamente. È cominciato così il blitz interforze di lunedì all’ex Saita di Conegliano, che ha portato allo sgombero di dodici persone, tutte straniere, e la maggior parte di origine africana. Uno di loro, un 28enne marocchino, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio, mentre la compagna è stata denunciata. In quella che era diventata ormai la loro dimora, infatti, sono stati trovati 266 grammi di hashish e 900 euro.

L’uomo, inoltre, dovrà rispondere di furto di energia elettrica per essersi allacciato abusivamente alla rete degli scantinati dell’ex Saita. Nel corso dl blitz, al qual hanno partecipato polizia, carabinieri, polizia locale e vigili del fuoco, sono state anche recuperate alcune biciclette rubate che gli stranieri utilizzavano per spostarsi. Per sette persone è scattato il foglio di via, mentre un altro cittadino magrebino verrà espulso

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz all'ex Saita a Conegliano: ci vivevano in 12, scatta lo sgombero

TrevisoToday è in caricamento