Cronaca San Giuseppe / Via Noalese

Si schianta in auto e muore l'amico che viaggiava con lui: due anni di reclusione

Condannato per l'omicidio colposo di Agron Doci un 41enne di Quinto di Treviso: patente revocata, auto confiscata e un anno di arresto perché si era messo alla guida dopo aver bevuto

QUINTO Due anni di reclusione per omicidio colposo, un anno di arresto per guida in stato d'ebbrezza, revoca della patente di guida e confisca dell'auto. E' l'esito del procedimento penale a carico di M.F., 41enne di Quinto di Treviso, finito alla sbarra dopo l'incidente costato la vita all'amico Agron Doci, 44enne albanese da dodici anni residente a Quinto di Treviso in via Marconi, dipendente della Arredo 3 di Scorzè, sposato e con due figli già risarciti dall'assicurazione assieme ai fratelli della vittima.

Il sinistro si era verificato all'alba del 18 gennaio 2015 lungo la Noalese a Quinto. I due amici, dopo aver passato un'intera serata assieme, stavano tornando a casa quando la Fiat Idea condotta dall'imputato è uscita di strada, forse a causa della nebbia o dell'asfalto viscido. La vettura è andata a sbattere contro il muretto in cemento di un'abitazione, che ha ribaltato l'auto facendola finire la propria corsa ruote all'aria.

A lanciare l'allarme sono stati proprio i residenti che hanno avvertito il boato. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del Suem 118 ma purtroppo per il 44enne non c'era già più nulla da fare. Ferito ma non in maniera grave il conducente, trasportato all'ospedale Ca' Foncello per le cure del caso. Una volta giunto nel nosocomio trevigiano, i prelievi effettuati dal personale medico hanno rilevato che l'uomo si era messo al volante dopo aver bevuto.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si schianta in auto e muore l'amico che viaggiava con lui: due anni di reclusione

TrevisoToday è in caricamento