rotate-mobile
Cronaca Codognè

Siccità, situazione idrica sotto controllo nel territorio di Piave Servizi

Il presidente di Piave Servizi Alessandro Bonet ha inviato ai sindaci dei Comuni soci una raccomandazione per il contenimento dei consumi d’acqua

CODOGNE' Piave Servizi Srl, il quinto gestore in Veneto del servizio idrico integrato per 39 Comuni delle province di Treviso e Venezia, rassicura sulla tenuta del sistema idrico nel proprio territorio e al tempo stesso rinnova l’invito a evitare sprechi d’acqua alla luce delle alte temperature registrate in questi giorni e previste nei prossimi, e della scarsità di precipitazioni.

In data odierna, il presidente di Piave Servizi Alessandro Bonet ha inviato ai sindaci dei Comuni soci una raccomandazione per il contenimento dei consumi d’acqua. La lettera ha l’obiettivo di evidenziare che “i consumi idrici in questi ultimi giorni hanno avuto un repentino aumento, sia per le condizioni meteorologiche sia per l’incremento degli utilizzi dell’acqua per usi non previsti dal regolamento del servizio idrico integrato”. Tale situazione, spiega Bonet, “non ha messo in crisi il sistema di invasi”, ma se fosse accompagnata dal perdurare del periodo caldo e siccitoso “potrebbe dare luogo a disservizi nelle aree periferiche e nei piani più alti delle case, con effetti che si sommano al calo di potenzialità delle falde indotto dall’assenza di precipitazioni nell’autunno e nell’inverno appena trascorsi”. Da qui la raccomandazione, da condividere con i cittadini dei Comuni soci, di “utilizzare l’acqua nel rispetto delle leggi e dei regolamenti in materia escludendo l’irrigazione di giardini e terreni”.

“Come detto, la situazione legata alla siccità va tenuta costantemente monitorata ma nel territorio di competenza di Piave Servizi essa è meno grave che altrove e questo – afferma Bonet – accade anche grazie ai continui investimenti che la società ha realizzato, dando attuazione all’obiettivo di reinvestire gli utili nell’ampliamento e ammodernamento delle infrastrutture idriche”. Ecco una panoramica degli interventi eseguiti o in corso di esecuzione nell’ultimo biennio, per un importo totale che supera i 9 milioni e 900mila euro.

Interventi di risoluzione delle interferenze della variante alla Statale 51 di Alemagna con la tubazione di acquedotto di adduzione e la rete distributrice di Vittorio Veneto (importo: 3 milioni di euro), potenziamento del sistema depurativo di Chiarano (750.000 euro), esecuzione di una linea di fognatura nera e rifacimento di una tratta di acquedotto in via Tarlazzi a Colle Umberto (240.000 euro), ampliamento della rete fognaria di Marcon, sesto stralcio (625.000 euro), lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione di Conegliano al Dlgs 152/06 con realizzazione del bypass per le vasche (400.000 euro), interventi urgenti di ripristino funzionale dei comparti di pretrattamento e di ossidazione-nitrificazione nel depuratore di Cordignano (200.000 euro), completamento fognario di via Pralongo a Monastier (512.500 euro), potenziamento maglia rete adduttrice Codognè – Vazzola – Mareno di Piave secondo stralcio (960.000 euro), collegamento fognario dal depuratore di via Torre a Lughignano in Comune di Casale sul Sile (870.000 euro), sostituzione delle condotte ammalorate della rete idrica di distribuzione a Oderzo nelle vie D’Annunzio, Spinè e Maggiore di Piavon (444.600 euro), estensione della fognatura nera e ristrutturazione generale della rete idrica comunale di distribuzione e sostituzione delle condotte ammalorate di Vittorio Veneto (500.000 euro), estensione della rete di fognatura nera nelle vie Trento, Gorizia e Roma a Colle Umberto (220.000 euro), realizzazione condotta di collegamento per piccoli impianti all’impianto consortile di Campomolino di Gaiarine ed estensione delle reti fognarie (un milione e 100.000 euro), interventi di riconversione e bonifica di fossa Battella a Marcon (84.000 euro).                                                                                                               

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità, situazione idrica sotto controllo nel territorio di Piave Servizi

TrevisoToday è in caricamento