Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Sicurezza, botta e risposta Zaia-Grigoletto: "Controlli più intensi"

Il vicesindaco di Treviso replica alle dure considerazioni del governatore: "Ho sentito il questore, saranno potenziati i controlli"

TREVISO Nuovi e più intensi controlli interforze a Treviso, nelle zone calde. Ad annunciarlo è il vicesindaco di Treviso, Roberto Grigoletto, che giovedì mattina si è confrontato con il Questore. “La sicurezza di cittadini e commercianti è certamente prioritaria. La video sorveglianza in città è stata potenziata e proprio questa sera incontreremo il gruppo dei commercianti del centro storico che hanno già dato la loro disponibilità a dare avvio a un modello di sicurezza partecipata, innovativo e radicato sul territorio – spiega Grigoletto -. Stupiscono invece le dichiarazioni della Regione. Oltre a molti proclami e comunicati stampa i veneti e i trevigiani hanno visto poco”.

Il governatore Luca Zaia, infatti, aveva espresso un duro commento sugli ultimi episodi che si sono verificati in città negli ultimi giorni. “L’escalation di crimini nel capoluogo della Marca – ha detto Zaia – sembra non conoscere fine, ed è arrivata nel cuore della città, con una sfrontatezza che merita soltanto la tolleranza zero. Ci sarebbe però bisogno di uomini e mezzi che il Governo lesina, addirittura tagliando dove invece dovrebbe investire”. Nei giorni scorsi, a finire nel mirino dei ladri erano stati alcuni locali del centro.

“Che commercianti e cittadini – continua Zaia – debbano affidarsi per difendersi ai cosiddetti controlli di vicinato, cioè ad una sorta di volontariato per la sicurezza, è un sonoro schiaffo allo Stato arrendevole e oramai arreso e di un Governo sempre più distratto e lontano dalle vere priorità della gente”. “Ma per il 2015 la regione ha i ridotto i fondi per la sicurezza da 23 milioni ad appena 60mila euro, cancellato la scuola regionale di polizia, ridotto i finanziamenti per l'acquisto di telecamere di sicurezza. E la legge regionale sulla polizia locale risale agli anni 80: c'è bisogno di rivederla – ha replicato Grigoletto -. Saremmo al contrario contenti se nella conferenza Stato-Regioni Zaia si attivasse per ottenere il potenziamento degli agenti delle forze dell'ordine. Che dice poi il Governatore di alcuni episodi malavitosi che sono accaduti e si verificano in molti degli altri 94 comuni della Provincia? Se ne dimentica perché governati dai suoi colleghi di partito leghisti?". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, botta e risposta Zaia-Grigoletto: "Controlli più intensi"

TrevisoToday è in caricamento