Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro: come far risparmiare gli imprenditori?

Confartigianato Mandamento di Treviso organizza un seminario pubblico, gratuito ed aperto a tutti, sul nuovo bando Isi Inail giovedì prossimo 19 marzo alle ore 20 presso la sede mandamentale di via Rosa Zalivani 2 a Treviso.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Come può un'impresa, anche individuale, godere di contributi e finanziamenti economici per migliorare il proprio standard dei livelli di salute e sicurezza sul luogo di lavoro? Gli artigiani del Mandamento Confartigianato di Treviso, con sede in via Rosa Zalivani 2 a Fiera di Treviso, organizzano un seminario sul tema, gratuito ed aperto a tutti (anche ai non associati), giovedì sera 19 marzo alle ore 20 presso la Sala Pavan nella propria sede mandamentale.

"Il bando Isi Inail 2014, - spiega Enrico Bigolin, responsabile dell'ufficio Ambiente e sicurezza di Confartigianato Treviso - stanzia oltre 20 milioni di euro in Veneto per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori, per domande presentate entro il 07 maggio prossimo. Il bando finanzia ad esempio progetti di ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, iniziative di acquisto di nuovi macchinari, attività di adeguamento di impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e ventilazione, ma anche l'adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL), sistemi di responsabilità sociale certificati SA 800, modelli di organizzazione e gestione. Eppure, sappiamo per certo che molti imprenditori ad oggi non sono a conoscenza di questa opportunità, che consentirebbe loro di attuare importanti progetti di miglioramento, risparmiando in misura consistente".

"Come associazione di categoria - aggiunge il presidente del Mandamento Confartigianato di Treviso, Ennio Piovesan - da sempre siamo particolarmente sensibili alle tematiche della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, al di là degli obblighi di legge. Parecchie delle nostre attività artigiane sono a medio ed alto rischio, specie quando si tratta di attività di cantiere. La formazione obbligatoria, di recente regolamentazione, ha accresciuto in modo notevole la consapevolezza e la sensibilità degli imprenditori in materia di sicurezza. Dal nostro osservatorio, infatti, ci siamo accorti che gli infortuni sul lavoro negli ultimi cinque anni sono diminuiti nella misura del 28% in provincia di Treviso (-22,5% in Veneto). Un grosso contributo è derivato di sicuro dalla formazione. Nel nostro Mandamento, ad esempio, nel solo 2013 abbiamo formato 1.665 persone, attraverso 78 corsi, per un totale di 584 ore di lezione; nel 2014 le persone formate sono state 1.039, 67 i corsi specialistici sulla sicurezza, 578 le ore totali di lezione".

www.artigianonline.it

Torna su
TrevisoToday è in caricamento