Sicurezza in stazione, telecamere e cancelli chiusi la notte

Riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura con amministrazione comunale, RFI e MOM per la gestione dell’area della stazione ferroviaria e delle autolinee di Montebelluna

MONTEBELLUNA Il Prefetto Laura Lega ha presieduto nella mattinata odierna una riunione del Comitato per l‘ordine e la sicurezza pubblica dedicata all’esame della situazione in provincia. Molteplici i temi all’ordine del giorno che hanno riguardato tra l’altro, con la presenza di rappresentanti di RFI, la messa in sicurezza delle stazioni ferroviarie e delle aree circostanti a tutela dei viaggiatori e dello stesso personale ferroviario. Nella direzione di garantire maggior controllo in queste aree ed una loro complessiva riqualificazione, sono stati disposti maggiori controlli e individuate varie linee di ulteriore intervento che saranno messe a punto già nei prossimi giorni in un nuovo vertice con RFI.

Dopo aver preso atto di un trend sostanzialmente stabile della situazione della sicurezza nel territorio di Montebelluna nel corso dell’anno 2017 rispetto al 2016, è stata esaminata, alla presenza del Sindaco Favero, di RFI e di MOM, la situazione dell’area della stazione ferroviaria e delle autolinee di Montebelluna. In merito si segnala che i Carabinieri hanno proceduto, già da tempo, ad una intensificazione del controllo e RFI ha già ha disposto la chiusura della stazione nelle ore notturne. Ulteriori iniziative saranno a breve programmate per incrementare da un lato i livelli di controllo con il posizionamento di ulteriori telecamere, e dall’altro il decoro e la fruibilità del luogo attraverso la ripulitura degli spazi imbrattati, non escludendosi la chiusura del sottopassaggio nelle ore notturne e di altri varchi di accesso.

Anche il Comune assicurerà, attraverso un maggiore controllo sia a mezzo videosorveglianza sia della polizia locale, che sia tutelato il decoro della stazione e dei luoghi adiacenti, al fine di consentirne una fruizione corretta da parte di tutti i cittadini. Un’azione congiunta e più coordinata per assicurare la migliore e più serena fruizione dell’area sarà garantita attraverso l’intervento, per quanto di competenza di ciascuno, di tutti gli attori istituzionali in campo e sarà supportata da un più stretto interscambio informativo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento