menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sile Caldaie vede la luce in fondo al tunnel: ok del tribunale al concordato

La storica azienda di Casier verso il rilancio: il piano prevede la focalizzazione della produzione su una gamma di caldaie a gas di alta qualità dedicate al privato e all’azienda, prodotte interamente in Italia

CASIER In data 8 Febbraio 2018, Basitaly S.r.l., la società titolare del marchio Sile, ha ottenuto l’ammissione alla procedura di concordato preventivo in continuità da parte del Tribunale di Treviso. Si tratta di un altro importante passo avanti nel processo di ristrutturazione della società, dopo l’accordo sindacale del 27 novembre scorso, sostanziale al proseguo di questa fase. Il grande lavoro di riorganizzazione strategica e produttiva, svolto dal management aziendale in questi ultimi mesi, è stato reso possibile grazie al qualificato team di professionisti specializzati in ristrutturazioni aziendali con particolare riferimento all’industria metalmeccanica che ha iniziato a supportare l’Azienda all’inizio della procedura. Il gruppo ha elaborato il piano industriale e, quotidianamente, collabora alla sua realizzazione presso la Sede dello storico marchio di Casier.

Il piano, che ha ricevuto il preliminare vaglio positivo da parte del Tribunale, fissa le modalità di rilancio dell’azienda attraverso la revisione del modello di business, attualizzato con l’efficiente e flessibile filosofia di lean production. Il piano prevede la focalizzazione della produzione su una gamma di caldaie a gas di alta qualità dedicate al privato e all’azienda, prodotte interamente in Italia, grazie alla rete qualificata di subfornitura che ha sempre dato fiducia all’azienda e sull’implementazione di tecnologie di carpenteria e saldatura, già presenti, quali taglio plasma, MIG e TIG per la produzione di generatori di vapore, bollitori e serbatoi a pressione per molteplici settori industriali e per soluzioni customizzate.

Per l’approvazione del concordato da parte dei creditori, l’ultimo passaggio avverrà a giugno, quando è fissata l’udienza di discussione anticipata dalla relazione del commissario. Ad oggi, lavoratori, agenti, clienti e fornitori stanno supportando l’Azienda per superare positivamente questa delicata fase.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento