Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Silea

Scarcerato l'uomo che ha ferito i carabinieri che lo stavano arrestando

Michele Ortolan, 36enne residente a Silea, ha detto di non ricordare nulla della sera di sabato a causa di un mix di farmaci e alcol. «Mi dispiace se ho fatto male a qualcuno»

«Mi dispiace se ho fatto male a qualcuno, di quella sera non mi ricordo niente». Michele Ortolan, il 36enne veneziano residente a Silea che nella serata di sabato è stato arrestato con l'accusa di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale oltre alle lesioni personali, lo ha detto nel corso dell'udienza di convalida di fronte al giudice Alberto Fraccalvieri. Convalidato l'arresto l'uomo, con procedenti, è stato, come richiesto dal pubblico ministero Francesca Torri, immediatamente scarcerato. Il processo per direttissima è stato fissato al 21 febbraio.

Ortolan era uscito di casa, vistosamente alterato dall’alcol ed aveva litigato con la compagna. Alla vista dei carabinieri, intervenuti sul posto, l’uomo ha perso il controllo, coprendo i militari con una serie di insulti e rifilando a uno una testata e torcendo un dito all'altro. «Ho preso farmaci contro la depressione - ha detto - e ci ha bevuto sopra alcuni alcolici. Mi sono risvegliato domenica in un letto di ospedale, non so neppure come sia finita con la mia ragazza». Ortolan ha una lunga storia di problemi mentali e di dipendenza. E' è stato anche ricoverato presso il padiglione psichiatrico del Ca' Foncello di Treviso per un breve periodo, a cui sono seguite alcune settimane di degenza presso la clinica di Villa Napoleon a Mogliano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarcerato l'uomo che ha ferito i carabinieri che lo stavano arrestando

TrevisoToday è in caricamento