menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'incidente e Salvatore Aprile

Il luogo dell'incidente e Salvatore Aprile

Al volante senza cinture, la patente gli era già stata ritirata ad ottobre

Proseguono le indagini della polizia stradale di Treviso sullo schianto che è costato la vita a Salvatore Aprile, 27enne di Roncade, all'alba del 7 gennaio a Canton di Silea. Il giovane barista aveva seguito Milan-Juve con l'amica svizzera di 22 anni, proprietaria della Mini

Era al volante senza indossare la cintura di sicurezza e in un orario vietato dal coprifuoco. La sua patente risultava sospesa da ottobre: durante un controllo stradale in provincia di Venezia, era stato trovato positivo all'alcooltest e non sarebbe stata neppure la prima volta che gli capitava. All'interno dell'abitacolo su cui viaggiava con l'amica M.M.V., 22enne, salvatasi dallo schianto (e proprietaria del mezzo), proveniva un forte odore di alcool. Sono solo alcuni dei retroscena, particolarmente amari, della tragica scomparsa di Salvatore Aprile, il 27enne di Roncade, ma di origini salentine, morto all'alba di giovedì 7 gennaio a Canton di Silea, lungo via Belvedere: l'auto, una Mini gialla, su cui viaggiava con l'amica (di origini svizzere), è uscita di strada schiantandosi contro un muro di recinzione e un palo dell'energia elettrica. Salvatore, ex cameriere e barista, e la ragazza, in base ad un'ipotesi investigativa ancora al vaglio degli investigatori, avrebbero trascorso la serata e poi la nottata a casa di amici, per seguire la partita Milan-Juve (il 27enne era un tifoso sfegatato dei rossoneri) e poi rincasare a tarda notte. Alle 4.30 circa lo schianto mortale che è costato la vita al giovane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento