menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimba annegata a Oderzo, madre condannata a due anni e mezzo

Confermata dalla Cassazione la sentenza d'appello. Omicidio colposo alla mamma di Giuliana Favaro, morta nelle acque del Monticano

TREVISO - Condannata a 2 anni e sei mesi per omicidio colposo, Simone Moreira, 27 anni, brasiliana, madre di Giuliana Favaro, morta per annegamento il 2 settembre 2009, nelle acque del Monticano ad Oderzo. La Corte di Cassazione ha confermato il ridimensionamento della pena stabilito dalla Corte d'appello, rigettando tutti i ricorsi presentati dall'accusa e dalle parti civili.

IL CASO. La piccola fu ripescata priva di vita dalle acque del fiume Monticano, a Oderzo, e la madre accusata di omicidio volontario (in sostanza di aver gettato volontariamente la figlia nel corso d'acqua) fu condannata in primo grado, il 20 dicembre del 2011, per abbandono di minore, reato aggravato dalla morte della bimba e per il fatto che la responsabilità dell'evento è attribuita ad un genitore, alla pena detentiva di 10 anni. Nel maggio 2013, i giudici d'appello, pur a fronte della richiesta di condanna all'ergastolo da parte della Procura generale, avevano riconosciuto l'imputata colpevole del solo reato di omicidio colposo, ridimensionando a 2 anni e mezzo la pena detentiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento