rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Montebelluna

L'alpinista Simone Moro ha donato uno dei suoi scarponi alla Città di Montebelluna

Ospite di "Vacanze dell'anima", è passato al Museo di Storia Naturale e Archeologia dove ha lasciato uno degli scarponi che lo hanno accompagnato nelle sue leggendarie imprese

MONTEBELLUNA L'alpinista Simone Moro è arrivato nei giorni scorsi a Montebelluna per raccontare al pubblico della kermesse "Vacanze dell'anima" le sue imprese sulle più alte montagne del mondo. Prima dell'incontro con il pubblico però, l'alpinista è passato al Museo di Storia Naturale e Archeologia della città per donare uno degli scarponi che lo hanno accompagnato nelle sue leggendarie imprese, dall'Everest all'ultima salita in stagione invernale sul Nanga Parbat, nella catena dell'Himalaya.

Si chiama Olympus Mons, come la più alta montagna di Marte, "un riferimento metaforico per dire che grandi sono gli alpinisti ma anche chi pensa e crea questi prodotti, tutti italiani". Lo scarpone farà parte della mostra Scienza e Sport, in programma al Museo fino a maggio 2017, in cui, Montebelluna, capitale della calzatura sportiva, celebra la grandezza di atleti e gesta sportive. La cerimonia di consegna è avvenuta alla presenza del presidente di Confartigianato AsoloMontebelluna, Fausto Bosa, e della direttrice del Museo, Monica Celi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alpinista Simone Moro ha donato uno dei suoi scarponi alla Città di Montebelluna

TrevisoToday è in caricamento