rotate-mobile
Cronaca

Simone Scarabel (M5S) beccato dall'autovelox a 113 km/h: "Toglietemi la multa". Poi fa passo indietro

Il capogruppo in consiglio regionale aveva contestato il verbale inviando una lettera con la carta intestata del movimento di Beppe Grillo: sosteneva che non sia regolare il funzionamento del dispositivo

TREVISO E' stato beccato dall'autovelox mentre sfrecciava al volante della sua auto ad una velocità di 113 km/h lungo la Romea tra Rosara e Codevigo, in provincia di Padova (il limite è 90 km/h). Il multato "eccellente" è il capogruppo in consiglio regionale del Movimento Cinque Stelle, Simone Scarabel. La notizia è stata riportata dal sito Gazzettino.it. Il rappresentante del movimento di Beppe Grillo, ricevuto il verbale, non l'ha di certo presa bene e si è ribellato al provvedimento: ha chiesto alla polizia locale che gli venisse tolta la multa e di visionare tutta la documentazione relativa all'autovelox. Due richieste messe nero su bianco in altrettante missive utilizzando peraltro la carta intestata del gruppo consiliare regionale del Movimento 5 Stelle di cui a Palazzo Ferro Fini. In serata è arrivato il passo indietro: Scarabel attraverso una nota ha annunciato di aver pagato la sanzione, mettendo fine alle polemiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simone Scarabel (M5S) beccato dall'autovelox a 113 km/h: "Toglietemi la multa". Poi fa passo indietro

TrevisoToday è in caricamento