menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La simulazione

La simulazione

Emergenza in sala parto? Più facile con il simulatore avanzato

Innovativo quello che si è concluso all’Azienda Ulss 9 dI Treviso, mirato alla formazione di team nella gestione delle emergenze in sala parto

TREVISO - Sul modello di quanto avviene in modo ormai consolidato da anni in aviazione per piloti e personale di volo, in sanità la formazione in materia di emergenza, da alcuni anni anche a Treviso si è incentrata sull’impiego di simulatori avanzati. Particolarmente innovativo a livello nazionale è quello che si è concluso all’Azienda Ulss 9 dI Treviso, mirato alla formazione di team nella gestione delle emergenze in sala parto. Tale progetto è tra i primi esempi in Italia a formare con la simulazione tutto il personale dell’Ostetricia e dell’Anestesia coinvolto nelle nascite. Un momento di particolare importanza in considerazione del  ruolo dell’Ospedale trevigiano che è riferimento di area vasta e l’elevato numero di nascite che vedono protagonista ogni anno anche l’ospedale di Oderzo.

La sessione odierna del corso “La formazione di team mediante la simulazione nella gestione delle emergenze in sala parto” ha concluso un’esperienza di otto appuntamenti che hanno coinvolto più di 120 professionisti sanitari operanti nelle sale parto di tutta l’Azienda ULSS 9 di Treviso. Il corso è stato organizzato dai Direttori di Ostetricia e Ginecologia di Treviso e Oderzo, dr. Giuseppe Dal Pozzo e dr.ssa Federica Nenzi, il Dirigente del Servizio Formazione, dr. Daniele Frezza, ed è stato realizzato in stretta collaborazione con il Direttore del Dipartimento di Anestesia e Rianimazione, dr. Carlo Sorbara.

L’obiettivo del corso è stato quello di ampliare sempre più la formazione dei Team operanti nelle sale parto dell’Azienda ULSS 9, composti da medici ginecologi e anestesisti, ostetriche, infermieri e operatori socio-sanitari grazie all’utilizzo di un simulatore appositamente creato e programmato per riprodurre le più comuni emergenze che si incontrano in uno scenario complesso come quello del parto, dando ritorni sull’attitudine del team a prendere decisioni rapide nel modo migliore possibile anche in un’ottica di gestione del rischio clinico. La Simulazione, ha permesso quindi ai professionisti di affrontare i casi clinici di emergenza  all’interno di uno scenario in tutto simile alla realtà e discutendo successivamente in sede di debriefing sulla procedura e sulla comunicazione all’interno del team.

Gli scenari di simulazione sono stati proposti selezionando le situazioni di maggiore emergenza e criticità che potenzialmente potrebbero verificarsi nelle Nostre strutture: attacco eclamptico (convulsioni simili a quelle epilettiche),  emorragia – shock post partum, arresto cardiaco in paziente gravida;  parto distocico di spalla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento