Sospetta fuga di gas in casa: mamma e figlia subito soccorse

E' successo nella tarda mattinata di domenica in via Santandrà a Ponzano Veneto. Sul posto il Suem 118 e i vigili del fuoco che hanno appurato l'inesistenza di monossido nell'area

Una foto dei soccorsi

Momenti di paura, nella tarda mattinata di domenica, lungo via Santandrà a Ponzano Veneto. A portare sul posto un'ambulanza, un'automedica e due mezzi dei vigili del fuoco è stata la chiamata di una donna straniera che si era improvvisamente sentita male mentre si trovava da sola in casa con una figlia piccola. I sintomi della signora erano subito apparsi collegati ad una possibile fuga di monossido di carbonio, ma fortunatamente i vigili del fuco hanno constatato che nella zona non ci fosse nessuna minaccia in tal senso. La donna è stata quindi stabilizzata sul posto e poi si è fatta accompagnare dalla polizia locale, intervenuta sul posto su segnalazione del sindaco Baseggio, all'ospedale Ca' Foncello di Treviso per alcuni accertamenti. Nel frattempo, non avendo parenti o conoscenti che potessero seguire la bambina durante i controlli, la donna ha portato con sé in ospedale la piccola che è stata poi affidata ai sanitari del reparto di Pediatria al fine di evitare l'affido della minore presso una diversa struttura esterna. «Ringrazio la redazione di TrevisoToday per avermi prontamente segnalato quanto stava accadendo il via Santandrà, così che ho potuto inviare, in pochi minuti, una pattuglia della polizia locale a casa della signora per dare un supporto ai soccorsi» ha infine dichiarato il sindaco Baseggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento