Cronaca

Si giocano alle slot i soldi oggetto di furto a un bancomat

Due romeni di 20 e 24 anni sono stati trovati in possesso di decine di banconote macchiate di vernice rossa, come quella emessa dagli sportelli

PAESE — Si sono giocati alle slot decine di banconote sporche di vernice rossa. L’episodio ha insospettito un carabiniere che si trovava all'interno del locale e che ha voluto vederci chiaro. Il dubbio era che si trattasse di denaro oggetto di furto, probabilmente da parte di una banda che aveva compiuto un assalto a un bancomat. Gli sportelli per il prelievo, infatti, in caso di esplosione emettono una sostanza colorata che consente di rendere riconoscibile il denaro. Quest’ultimo, rimanendo inevitabilmente macchiato, risulta difficile da spendere.

Due giovani romeni di 20 e 24 anni sono così stati denunciati per ricettazione. Secondo quanto ricostruito, infatti, gli stranieri sarebbero stati sorpresi dal militare all’interno di una sala giochi di Paese. Stavano giocando alle slot e i contanti che inserivano risultavano sporchi di vernice. Scattati gli accertamenti e le verifiche, all’interno della macchinetta sono state rinvenute 35 banconote simili, appena spese dai due. Un altro paio, invece, erano contenute nelle tasche dei due giovani. Inevitabile, a quel punto, la denuncia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si giocano alle slot i soldi oggetto di furto a un bancomat

TrevisoToday è in caricamento