Cronaca

Grande successo a Soligo per l'evento "Il Piave mormorava"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Atmosfera semplice, calda e familiare quella che ha sostenuto l'apertura della rassegna Voci d'Inverno, sabato 19 novembre 2016, presso il tendone della Pro Loco di Soligo. Il clima adatto per far rivivere il primo conflitto mondiale e quel tempo, fra il 1915-1918, in cui "Il Piave Mormorava", celebre canzone e nomea della serata. Molto il pubblico presente e accompagnato in questo viaggio nel proprio passato dalla Piccola Orchestra Veneta, diretta dal M.o Giancarlo Nadai, con i suoi solisti (i violinisti Teresa Vio e Mattia Tonon, la pianista Sabrina Comin, il trombettista Cristiano De Agnol) e Enrico Nadai, ovvero giovani talenti rappresentanti le nuove generazioni, depositatarie della memoria collettiva. Memoria le cui ferite, incise nelle terre, nei paesi e nelle persone, non si sono ancora totalmente rimarginate. Testimone di ciò è stato il religioso silenzio che ha accompagnato tutta la performance e che si è infranto solo nell'impetuoso canto finale, quello dell'Inno di Mameli, a cui tutti i presenti hanno partecipato, unendosi all'interpretazione canora di Enrico Nadai. Molte altre le canzoni patriottiche proposte, fra cui "Era una notte che pioveva" e "Signore delle Cime", spaziando dalla lettura della Preghiera dell'Alpino, a cura di Olivo Stella del Gruppo Alpini di Soligo, alla recitazione di alcune testimonianze scritte di persone del luogo. La documentazione proposta, che ha scongiurato la retorica che spesso accompagna i compendi della nostra storia nazione, è stata il risultato del prezioso lavoro di ricerca di Enrico Nadai.

Grande il senso comunitario che ha caratterizzato la serata e ravvivato ulteriormente dal momento conviviale per eccellenza, quello della condivisione del cibo, e di cui bisogna ringraziare la Pro Loco di Soligo e la sua Presidente, Ilenia Nardi. La cena è stata accompagnata dall'intrattenimento delle allieve di canto dell'Associazione Musicale "Toti dal Monte" di Solighetto e della scuola "Giovani Accordi" di Refrontolo. Presentatrice dell'evento e delle giovani eccellenze canore intervenute: Elisa Nadai.

Per un format come quello proposto, dove ognuno con il proprio apporto ha permesso la rievocazione e condivisione di momenti forti, i ringraziamenti sono ancora più doverosi del consueto: il Sindaco di Farra di Soligo, Giuseppe Nardi; il Parroco, Don Brunone; il Presidente degli Alpini, Carlo Piva, Walter Ballancin del Gruppo Alpini, la scuola di musica "Toti dal Monte" con Roberta Calderari della segreteria, i vari collaboratori come Tamara, Nicola Boatin, Alessandro Calderari per la grafica. Grazie a tutti gli sponsor che hanno contribuito a valorizzare la serata: Possamai&Zanoni, Gregoletto, Artigiano Edile, Zannoni Team, Banca Prealpi, Eclisse, Contrasto Occhiali, Ceo informatica, Capellomania, Bloom e Birra Follina.

Voci D'inverno continuerà con altri tre appuntamenti: il prossimo sarà l'8 dicembre, presso Villa Brandolini di Solighetto (Tv), con "Lux Beata" .

Sofia Facchin

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande successo a Soligo per l'evento "Il Piave mormorava"

TrevisoToday è in caricamento