menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il progetto S.O.S. Scuola a Spresiano: colori, musiche e laboratori creativi per la diversità

All'Istituto Comprensivo Italo Calvino un pranzo multietnico preparato dalle famiglie degli alunni, con musiche e balli tradizionali e anche un murales con lo street artist Gianluca Raro

SPRESIANO  Si è concluso sabato il Campus creativo di S.O.S Scuola, un progetto della Onlus Alveare per il Sociale e finanziato dalla Fondazione Poste Insieme Onlus. Il Campus si è svolto, dal 12 al 17 dicembre, nell’Istituto Comprensivo Italo Calvino di Spresiano, una scuola che possiede un potenziale strepitoso: quello della diversità. Infatti su 280 alunni, 99 (pari al 35%) sono stranieri, provenienti da Romania, Cina, Ghana, Brasile, Bangladesh, Marocco, Serbia, Ucraina, Kosovo e Albania. Alveare per il Sociale crede che la diversità sia una ricchezza ma solo se vengono garantiti gli strumenti affinché questa varietà sia uno stimolo alla conoscenza e non un limite. Tuttavia una marcata diversità può causare difficoltà per un reale inserimento dei bambini e delle famiglie di appartenenza. Per questo motivo S.O.S Scuola ha coinvolto, grazie al prezioso supporto della dirigente scolastica Paola Bortolotto, insegnanti, mamme e alunni in una festa di giochi, riflessioni e colori.

Lo street artist napoletano Gianluca Raro, famoso per i suoi affreschi sui muri di Scampia, ha realizzato con i bambini della scuola un murales per celebrare l’integrazione e l’accoglienza dal titolo “Inno alla Vita”. Grazie al supporto della Fondazione Poste Insieme Onlus, è stata allestita un’aula multimediale per non italofoni, inaugurata alla presenza del Sindaco Marco della Pietra e dell'Assessore alle politiche scolastiche Paolo Tagliapietra. Adesso i bambini potranno avvalersi di 5 tablet e di una nuova lavagna interattiva con sistema integrato OPS. Di supporto, è stato allestito anche un laboratorio teatrale in modo da, incrociando i diversi linguaggi espressivi dell’informatica, del teatro, della mimica, della fotografia e del gioco, facilitare l’apprendimento della lingua italiana e fornire ai bambini uno “svago istruttivo”. Per valorizzare la storia dei bambini e dei popoli e territori di provenienza, nella giornata di venerdì si è svolto un pranzo multietnico preparato dalle famiglie degli alunni, con musiche e balli tradizionali. E poi un “corso di yoga”, un “laboratorio di diversità” con il regista Paolo Bianchini, presidente di Alveare per il Sociale e Ambasciatore Unicef e molte altre attività. Infine, all’istituto scolastico è stato offerto dalla Fondazione Zanetti Onlus un mediatore culturale che offrirà un prezioso e fondamentale supporto a docenti e alunni nel processo di integrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento