rotate-mobile
Cronaca Vittorio Veneto

Cassaintegrato col vizio del videopoker spaccia marijuana

Un 24enne di Ceneda è finito in manette perchè trovato in possesso di mezzo chilo di droga. La sostanza veniva importata dall'Albania

Mezzo chilo di marijuana di prima qualità importata direttamente dall’Albania, per questo è finito in manette un 24enne residente a Ceneda. I carabinieri di Vittorio Veneto lo osservavano da tempo, notando una disponibilità economica non indifferente, soldi spesi soprattutto per giocare al videopoker, impossibile per un ex operaio cassaintegrato. È così che ha ben pensato di dedicarsi allo spaccio di droga F.G., di origini albanesi ma domiciliato nel Trevigiano da diversi anni.

60ENNE SI IMPROVVISA AGRICOLTORE, 18 PIANTE DI MARIJUANA IN CASA

Secondo le indagini effettuate dai militari dell’Arma, il 24enne si riforniva autonomamente degli stupefacenti, procurandoseli in Albania e trasportandoli in Italia con l’auto. Si tratta di marijuana di primissima qualità del valore economico doppio rispetto a quella che circola in provincia. Un grammo poteva essere venduto a circa 20 euro. All’interno dell’abitazione anche mille euro in contanti.

PIANTAGIONE DI MARIJUANA SUL LIVENZA

A destare sospetti, il suo continuo andirivieni per i bar dell’alto Trevigiano, fino al ritrovamento di mezzo chilo di droga all’interno di uno sgabuzzino in casa. Il giovane sarebbe stato solito fare uso anche di cocaina. È stato trasportato al carcere di Santa Bona in attesa di disposizioni del giudice. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassaintegrato col vizio del videopoker spaccia marijuana

TrevisoToday è in caricamento