menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciavano marijuana e hashish a minorenni, giovani pusher in manette

Gli spacciatori neodiciottenni erano dediti all'attività di spaccio tra i parchi e le piazze dell'opitergino-mottense ma anche nei comuni di Chiarano e di Pasiano, in provincia di Pordenone

ODERZO Neodiciottenni e spacciatori. Quattro giovani appena maggiorenni sono stati arrestati dai carabinieri di Oderzo per spaccio di stupefacenti. I giovannissimi pusher - due italiani, un romeno e un sudamericano ma con cittadinanza italiana - erano dediti all'attività di spaccio tra i parchi e le piazze dell'opitergino-mottense ma anche nei comuni di Chiarano e di Pasiano, in provincia di Pordenone.

Le indagini condotte dai carabinieri di Oderzo, sono partite nel 2017 in seguito a delle segnalazioni di alcuni cittadini che avevano notato i ragazzi dal fare sospetto nelle piazze e nei parchi di Oderzo. Nel corso delle indagini, durate una decina di mesi, gli uomini dell'Arma hanno rilevato circa 35 episodi di spaccio ai danni di altri giovannissimi, anche minorenni. E' partito quindi il provvedimento di perquisizione nelle abitazioni dei quattro giovani, dove sono state rinvenute diverse dosi di marijuana e hashish pronte per la vendita, oltre ad alcuni cellulari e materiale di vario genere utile allo spaccio.

Così è arrivata per loro la sentenza del GIP di Treviso, che attraverso un'ordinanza cautelare ha disposto per tre di loro l'obbligo di dimora agli arresti domiciliari e per il quarto neodiciottenne l'obbligo di firma presso la caserma dei carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento