Cronaca

Pusher fermato dai carabinieri per un controllo: si rifiuta di fare il test antidroga

Nei guai un 19enne di Vedelago che è stato denunciato per spaccio con altri due complici. Segnalato un quarto componente della banda. Ad incastrarli i messaggini ad alcuni clienti minorenni

CASTELFRANCO Spacciavano marijuana nella zona di Vedelago, soprattutto a minorenni, in un parco della zona ma sono stati scoperti e denunciati dai carabinieri di Castelfranco. A finire nei guai una banda composta da un 22enne di origini africane, un 24enne dominicano e un 19enne di Vedelago. Segnalato un altro straniero, di origini marocchine. L'operazione dei carabinieri è avvenuta nella notte tra domenica e lunedì quando sono stati sorpresi dai militari alcuni minori con piccole dose di marijuana. Gli investigatori, attraverso i messaggi spediti via Whatsapp dai pusher ai ragazzi (tutti segnalati come assuntori alla Prefettura), sono riusciti a tendere una trappola alla banda. I quattro si trovavano a bordo di un'auto guidata dal 19enne che si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sull'uso di sostanze stupefacenti. Presso le abitazioni dei tre denunciati sono stati trovati piccoli quantitativi di droga e vari bilancini di precisione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pusher fermato dai carabinieri per un controllo: si rifiuta di fare il test antidroga

TrevisoToday è in caricamento