menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto Branko e Domenico Durdevic

Nella foto Branko e Domenico Durdevic

Sparatoria a Santa Bona, è morto Domenico "Joco" Durdevic

Il 52enne, residente a Santa Maria della Rovere, si è arreso dopo 5 settimane di agonia. Per il nipote Branko, 36enne, che ha sparato il colpo che lo ha raggiunto alla testa, l'imputazione è ora omicidio volontario. Nelle prossime ore sarà disposta l'autopsia

E' durata poco più di un mese l'agonia di Domenico "Joco" Durdevic. Il 52enne, residente in via Piavesella, a Santa Maria della Rovere, è morto oggi, lunedì 15 marzo, nel reparto di neurochirurgia dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, dove era ricoverato dallo scorso 8 febbraio per la ferita alla testa causata dal colpo di pistola sparatogli dal nipote, Branko Durdevic, rom di 36 anni, residente in Borgo Capriolo, teatro della tragedia. Per l'uomo, attualmente recluso nel carcere di Venezia, l'imputazione cambia da tentato omicidio a omicidio volontario. Nelle prossime ore il pubblico ministero Gabriella Cama disporrà l'autopsia sul corpo del 52enne.

Il proiettile aveva centrato Domenico Durdevic alla nuca. Troppo gravi le lesioni perché "Joco", le cui condizioni erano apparse subito disperate, potesse farcela. La sua battaglia per la vita è durata 5 settimane, poi il fisico si è dovuto arrendere alle gravissime lesioni riportate. Alla base del litigio sfociato in dramma ci sarebbero state questioni familiari. Domenico Durdevic, che avrebbe portato con sé una spranga o un bastone e che era in compagnia di altre tre persone, aveva chiamato Branko da sotto casa. Gli chiede  di poter vedere la nipote che sta con la madre, che risiede all'estero, in Croazia.

La donna è l'ex del figlio di "Joco", Riccardo, che da qualche tempo ha avviato una relazione con Branko. La discussione si sarebbe allargata alle altre figlie di Riccardo, che stanno con il nonno. Branko a quel punto sale al primo piano della casa, estrae la pistola e spara alcuni colpi contro lo zio. Il secondo centra il 52enne alla nuca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento