rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Mogliano Veneto

Telecamere contro i ladri, la vicina: "Mi spia nei momenti intimi"

Piccante querelle tra due residenti di Mogliano Veneto. Un uomo ha installato un sistema di videosorveglianza contro i furti ma la vicina sostiene che si tratti di una scusa per spiarla nella sua intimità

Lui sostiene che le telecamere servono contro i ladri, lei ribatte di essere spiata di continuo. Va avanti da mesi la querelle tra due vicini di casa moglianesi, arrivata persino al Garante della Privacy.

Secondo quanto riporta La Tribuna di Treviso, un'avvenente donna di Mogliano, piuttosto conosciuta in città, ha segnalato il vicino di casa preoccupata che la spii nella sua intimità attraverso il sistema di videosorveglianza da lui installato all'esterno della sua abitazione.

Quella che sembrava una banale lite tra vicini sta assumendo, con il passare del tempo, toni sempre più accesi. Lui sostiene che le telecamere servono contro i ladri, per prevenire furti, lei ribatte che gli occhi elettronici puntano dritti verso casa sua, per spiarla anche nei momenti di intimità con il compagno.

L'ultimo sopralluogo effettuato dagli agenti confermerebbe la versione dell'uomo: il dispositivo si troverebbe all'interno della sua proprietà e il campo visivo sarebbe ristretto al giardino. La donna tuttavia continua ad insistere: le telecamere sono puntate verso le sue finestre. La questione, dunque, sembra lontana dal trovare soluzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere contro i ladri, la vicina: "Mi spia nei momenti intimi"

TrevisoToday è in caricamento