menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche a Ponte di Piave aprirà presto lo sportello donna

La Regione del Veneto ha comunicato all'amministrazione comunale che finanzierà con 30mila euro un centro di ascolto e confronto per le donne

PONTE DI PIAVE «Avevo promesso che mi sarei attivata per aprire anche a Ponte di Piave lo "Sportello Donna" e ora possiamo finalmente dire che quanto detto diviene realtà». Il sindaco di Ponte di Piave annuncia così la notizia arrivata dalla Regione del Veneto che l'iniziativa a favore delle donne del paese verrà finanziata con 30mila euro.

«Abbiamo partecipato a un bando relativo alla promozione delle Pari Opportunità, nell'ambito del servizio QuiDonna - ha detto ancora Roma - . Si tratta di creare un punto di ascolto e di confronto per le problematiche connesse all'ambito lavorativo, famigliare e sociale in genere, con l'intento di far emergere eventuali situazioni di difficoltà e di violenza, anche fra le mura domestiche».

«Nel territorio mancava un simile punto di riferimento, che si rende necessario specie in un momento particolarmente difficile come quello della crisi economica ancora in atto, che può acuire determinate tensioni, sia per le donne che per gli uomini - ha concluso il primo cittadino - . Non appena avremo strutturato il servizio, apriremo lo sportello almeno una volta a settimana, con la possibilità di prendere appuntamento».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento