rotate-mobile
Cronaca Spresiano

Domani a Lovadina l'ultimo saluto a Michele Piovesan

Venerdì scorso l'operaio 47enne di Spresiano era stato colto da un infarto che non gli ha dato scampo mentre si trovava al lavoro alla "Volpato". Alle 15.30 le esequie

SPRESIANO Si terranno domani, giovedì, presso la chiesa parrocchiale di Lovadina di Spresiano, i funerali di Michele Piovesan, l'operaio 47enne che venerdì scorso era stato stroncato da un infarto mentre si trovava al lavoro, pressol'azienda "Volpato" di via Galvani. L'uomo si è accasciato al suolo improvvisamente mentre era impegnato nell'imballagio di alcuni prodotti. I colleghi e i medici del Suem118 non hanno potuto far nulla per salvarlo: inutili le pratiche di rianimazione. Michele Piovesan, originario di Lancenigo di Villorba, lascia la moglie Tania, due sorelle e una bimba di appena tre anni, Anna. La famiglia viveva da qualche tempo a Varago di Maserada sul Piave.

In passato il 47enne, ex calciatore dilettante, amante del running e della Juventus, aveva lavorato come magazziniere per la "Benetton" e con la "Service legno"; solo recentemente aveva trovato impiego alla "Volpato". Poco tempo, sufficiente a farsi amare e apprezzare da tutti i suoi colleghi, buona parte dei quali parteciperanno alle esequie. In questi giorni l'intera comunità di Spresiano, in primis il sindaco Marco Della Pietra, si sono stretti attorno alla famiglia dell'uomo, molto amato e stimato per la sua generosità e bontà d'animo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani a Lovadina l'ultimo saluto a Michele Piovesan

TrevisoToday è in caricamento