menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Si allontana da casa, trovata morta in un canale

Tragedia nel pomeriggio a Spresiano. Carla Fassa, classe 1949, non dava più sue notizie da venerdì. Il corpo è stato ritrovato in una chiusa e recuperato dai vigili del fuoco di Treviso

E' caduta nelle acque del canale Piavesella ed è morta annegata. E' stato trovato nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 26 giugno, il corpo senza vita di Carla Fassa, classe 1949, residente a Spresiano. Il cadavere dell'anziana è stato rinvenuto in una chiusa del canale, nei pressi dell'azienda "San Lorenzo". La donna era scomparsa dalla giornata di giovedì e i famigliari, molto preoccupati, si sono immediatamente rivolti ai carabinieri della stazione di Spresiano e al nucleo radiomobile di Treviso che hanno immediatamente dato il via alle ricerche. Impegnati nelle operazioni anche i vigili del fuoco di Treviso con elicottero e squadre di sommozzatori. Carla Fassa, persona molto schiva e riservata, viveva sola e non aveva figli: la si vedeva talvolta andare a messa. Aveva un fratello e dei nipoti che non vivevano nella zona di Spresiano. L'anziana aveva lasciato tutti i suoi effetti personali a casa prima di allontanarsi. Non era seguita dai servizi sociali, riferisce il Comune di Spresiano, ma in molti la ricordano negli ultimi tempi molto stanca e depressa. Impossibile escludere l'ipotesi del gesto estremo (non sono stati trovati biglietti ma l'auto era posteggiana non distante dal canale) ma neppure quella del tragico incidente. Nei prossimi giorni sarà fissata la data del funerale che si terrà con ogni probabilità a Spresiano, dove Carla Fassa ha sempre vissuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento