rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Vittorio Veneto

Rapine a trans e prostitute, 30enne finisce in carcere

Nel maggio del 2016 la scorribanda, in compagnia di un amico, lungo la Pontebbana che gli è costata una condanna a tre anni due mesi e 20 giorni. Attualmente l'uomo si trova in carcere a Santa Bona

Nel maggio 2016 si rese protagonista, con un amico oggi 39enne, di una serie di rapine messe a segno lungo la Pontebbana, a Spresiano, ai danni di due trans e altrettante lucciole, tutte picchiate e rapinate dei propria averi. Per quei fatti e altri reati, tra cui alcuni furti in abitazione, un 30enne, D.Z., è stato condannato a tre anni, 2 mesi e 20 giorni. Nei giorni scorsi è scattato, nei suoi confronti, l'arresto da parte dei carabinieri della stazione di Nervesa della Battaglia e del nucleo operativo della Compagnia di Montebelluna: l'uomo è stato rintracciato a Vittorio Veneto e accompagnato in carcere a Santa Bona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine a trans e prostitute, 30enne finisce in carcere

TrevisoToday è in caricamento