Provincia di Treviso stazione unica appaltante per 53 Comuni

Muraro: "I nostri uffici accompagneranno dunque i Comuni nell'acquisto di beni, servizi e, dal 1 luglio, di lavori in appalto"

TREVISO La Provincia di Treviso, dal 1 gennaio, è Stazione Unica Appaltante per 53 Comuni che hanno sottoscritto la convenzione(46 più quelli della SUA di Montebelluna che aderisce all'iniziativa Provinciale). La Convenzione, varata dal Consiglio Provinciale in base al decreto legge del 24 aprile 2014, impone a tutti i Comuni della Provincia di Treviso, fatta eccezione per il Comune Capoluogo, di ricorrere a una stazione appaltante per l'acquisto di beni, servizi e lavori in appalto.

I COMUNI Dal 1 gennaio dunque i Comuni di Arcade, Asolo, Breda di Piave, Cappella Maggiore, Carbonera, Casale Sul Sile, Castelfranco Veneto, Cessalto, Cimadolmo, Codognè, Cordignano, Cornuda, Crespano del Grappa, Fontanelle, Gaiarine, Godega di Sant'Urbano, Gorgo al Monticano, Istrana, Loria, Mansuè, Mareno di Piave, Maser, Maserada sul Piave, Mogliano Veneto, Motta di Livenza, Nervesa della Battaglia, Oderzo, Ormelle, Orsago, Pederobba, Ponte di Piave, Portobuffolè, Povegliano, Quinto di Treviso, Salgareda, San Fior, San Pietro di Feletto, San Polo di Piave, Sarmede, Susegana, Trevignano, Valdobbiadene, Vazzola, Vidor, Zenson di Piave, Zero Branco ai quali si aggiungeranno in gestione “associata” anche i Comuni della Federazione del Montebellunese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La Provincia continua svolgere il proprio ruolo di coordinamento del territorio – esordisce Leonardo Muraro, presidente – e così ben 53 Comuni hanno aderito alla Convenzione per avere la Provincia come stazione unica appaltante. I nostri uffici accompagneranno dunque i Comuni nell'acquisto di beni, servizi e, dal 1 luglio, di lavori in appalto. Il tutto a costo zero per i Comuni, diversamente da quanto invece accade per chi ha stipulato altre convenzioni. In tutto, si tratta di Comuni per oltre 400.000 abitanti da amministrare sotto un'area vasta, in piena trasparenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento