menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, nella Marca la popolazione scolastica cresce di oltre duemila unità

La Provincia fa le prime stime sulle iscrizioni agli istituti del territorio per il prossimo anno. "Serviranno più aule", pronostica il presidente del Sant'Artemio, Leonardo Muraro

TREVISO - Continua a crescere la popolazione scolastica della Marca. Lo rende noto la Provincia di Treviso, che ha diffuso le prime stime sulle iscrizioni negli istituti del territorio.

Abbiamo ormai ricevuto quasi tutti i dati delle iscrizioni nelle scuole secondarie che, ricordo, sono in gestione alla Provincia per quanto concerne il dimensionamento - spiega Leonardo Muraro, presidente dell'ente - Si tratta di un centinaio edifici che la Provincia gestisce in tutto e per tutto dove sono ospitati i singoli istituti".

Le prime stime di proiezione confermano il trend dell'ultimo decennio: l'aumento di studenti nelle superiori della Marca è di circa 2.140 studenti.

"Prendiamo questo dato con le pinze, perchè tra doppie iscrizioni, ritiri, bocciature di fine anno è probabile la conferma del trend degli ultimi anni, che comunque ha visto la popolazione scolastica aumentare di un migliaio di unità all'anno – precisa Muraro – Ci troveremo dunque ancora una volta a fronteggiare il problema del dimensionamento scolastico e la Provincia sarà in prima fila perché ogni ragazzo e ragazza abbia un posto sicuro dove studiare. Sappiamo poi che in alcune zone, come ad esempio la Castellana e il Moglianese, c'è un'alta percentuale di studenti da fuori Provincia mentre negli istituti tecnici una buona fetta è rappresentata dai figli dei nostri immigrati".

"Sarà dura - non tralascia di puntualizzare Muraro - perchè il Governo ci sta staccando la spina giorno dopo giorno: da una parte ci stanno togliendo i fondi essenziali e dall’altra stanno screditando il ruolo dell’Ente che da sempre ha in carico le superiori. Sto ancora aspettando da Renzi il tanto acclamato 'Progetto Scuole' e lo sblocco del Patto di Stabilità per l'Edilizia Scolastica, ma temo che passata la prossima tornata elettorale, cadrà tutto nel dimenticatoio”.

I DATI - Stando alle prime proiezioni, la crescita maggiore si registra nel comparto di Treviso, con il Canova che segna al momento 151 iscrizioni in più rispetto a quest'anno, seguito dal Mazzotti con 132. Anche il liceo artistico registra un aumento di 64 iscrizioni, mentre il Duca Degli Abruzzi e il Da Vinci avranno bisogno di un paio di aule in più.

Spostandosi a Castelfranco Veneto, è in crescita la popolazione scolastica del Giorgione (più 83 iscrizioni) e del Martini. Nell'area del Coneglianese, il Cerletti aumenta di 239 unità tra i vari corsi, mentre nell'Opitergino, è il Sansovino a registrare 52 studenti in più. A Lancenigo aumentano l'Alberini (più 133) e il Planck (più 113). Nel Vittoriese serviranno cinque aule in più.

"Allo stato attuale delle iscrizioni, servirebbero 53 aule in più in tutta la Provincia - stima Muraro - Probabile che alla fine questo numero si ammorbidisca, ma resta comunque una necessità impellente trovare una soluzione e il Governo non può far finta di nulla”.

La Provincia sta lavorando con grande impegno di concerto con tutti gli attori in causa: l’Ufficio Scolastico Provinciale, i dirigenti scolastici, i Comuni e gli studenti stessi – spiega il vicepresidente e assessore all’Edilizia Scolastica, Franco Bonesso – Il tutto affinchè il prossimo anno, ogni studente abbia un’aula dignitosa in cui studiare. Stiamo anche cercando di risolvere, di concerto col Comune, la situazione delle scuole di Castelfranco ormai nota da tempo. Mentre il futuro Liceo di Montebelluna offrirà nuovi spazi e garantirà una maggior distribuzione degli studenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento