rotate-mobile
Cronaca

I futuri medici della Corea studiano all'ospedale Ca' Foncello

Grazie a un'importante collaborazione con l'università di Seul, due giovani e talentuose aspiranti medico sono arrivate nella Marca per professionalizzarsi nel reparto di pediatria

TREVISO Studentesse di medicina coreane al Ca’ Foncello di Treviso per approfondire le conoscenze nel reparto di Pediatria. E' di poche ore fa la notizia che due giovani future medico sono state inviate per sei settimane al presidio ospedaliero di Treviso dall’Università Cattolica di Seul con lo scopo di conoscere il nostro modello sanitario, con particolare attenzione all’assistenza pediatrica.

Le due giovani sono Hae Eun e la dottoressa Ji Soo che, dopo aver già completato un primo ciclo di studi universitari, stanno ora ultimando la loro formazione medica all’Università Cattolica di Seul. Obiettivo dell’ateneo asiatico, che ha richiesto la collaborazione con l’azienda Ulss 2 di Treviso, è fare acquisire alle due professioniste esperienza in diverse situazioni cliniche e in diversi sistemi sanitari internazionali da mettere a frutto nella professione che svolgeranno in patria. La scelta trevigiana è avvenuta nell’ambito di un rapporto già in atto anche con l’Ircss Medea. Le due giovani sono affiancate da alcuni specializzandi di quelli che frequentano quotidianamente l’unità pediatrica e con i quali parlano regolarmente in inglese.

“Siamo molto soddisfatti che l’Università Cattolica di Seul guardi a Treviso – sottolinea Francesco Benazzi, Direttore generale dell’azienda Ulss 2 Marca Trevigiana – si tratta di una nuova affermazione in campo internazionale del Ca’ Foncello. Le studentesse coreane hanno la possibilità di affrontare modelli nuovi ma anche per noi si aprono scenari di collaborazioni importanti. Il confronto è ormai la via irrinunciabile per il progresso di un sistema sanitario e per la creazione di una scuola tra i professionisti dell’azienda. Chi apprende una competenza in campo internazionale la mette disposizione dell’apprendimento anche dei colleghi e ciò significa ampliare sempre sempre di più le opportunità cliniche che si offrono ai pazienti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I futuri medici della Corea studiano all'ospedale Ca' Foncello

TrevisoToday è in caricamento