menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

450 arresti cardiaci in un anno nella Marca, il Suem in piazza

Treviso Emergenza aderisce alla campagna di sensibilizzazione europea "Viva 2014" nell'ambito della prevenzione e della conoscenza

TREVISO — Circa 450 arresti cardiaci in un anno a Treviso, il Suem “scende” in piazza. Treviso Emergenza aderisce a “Viva 2014”, campagna europea di sensibilizzazione verso l’arresto cardiaco e sarà presente sabato e domanica in piazza dei Signori con un gazebo. Con l’ausilio di manichini verranno illustrate ai cittadini le manovre di rianimazione cardiopolmonare e di defibrillazione e darà a chi lo desidera la possibilità di provare a metterle in atto. 

Le manovre indispensabili allo scopo sono semplici e sicure. Chiunque, anche chi non ha una preparazione sanitaria specifica, può metterle in atto quando è testimone di un arresto cardiaco. La letteratura internazionale dimostra che chi è rianimato immediatamente dagli astanti, ha non solo maggiori probabilità di sopravvivenza ma anche minore incidenza di complicanze neurologiche. Sabato e domenica prossima, il Suem darà ai cittadini la possibilità di conoscerle.

Il 14 giugno 2012 il Parlamento Europeo ha invitato gli Stati membri a istituire una settimana di sensibilizzazione dedicata all’arresto cardiaco con lo scopo di migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini alla rianimazione cardiopolmonare.In Italia questa campagna prende il nome di “Viva!2014” e si svolgerà in tutta Europa nella settimana dal 13 al 19 ottobre. L’obbiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione riguardo la rilevanza  dell’arresto cardiaco e l’importanza di conoscere e saper eseguire le manovre di rianimazione cardiopolmonare. In Europa ogni anno 400.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco e solo in meno del 20% dei casi chi assiste inizia le manovre di rianimazione cardiopolmonare in attesa che arrivino i soccorsi sanitari. Se si riuscisse ad aumentare la percentuale di rianimazione cardiopolmonare fino al 50-60% dei casi, si potrebbero salvare circa 100.000 persone all’anno in tutta Europa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento