menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ogni anno 450 gli arresti cardiaci nella Marca: solo il 20% trova subito assistenza

I professionisti del Suem saranno in piazza dei Signori a Treviso, domenica 15 maggio dalle 9 alle 18 per sensibilizzare i cittadini ed insegnare le tecniche di rianimazione

TREVISO Nuova giornata del 118 Treviso Emergenza dedicata a diffondere tra la popolazione  la conoscenza delle manovre di rianimazione cardiopolmonare. I professionisti del SUEM trevigiano saranno in piazza dei Signori a Treviso, domenica 15 maggio dalle 9 alle 18 dove allestiranno i gazebo con postazioni didattiche dotate di manichini, sia adulti che pediatrici. Sotto la loro guida i cittadini potranno conoscere e avvicinarsi alle manovre di rianimazione cardiopolmonare e di disostruzione delle vie aeree in caso di soffocamento.

Il successo delle giornata simili precedenti che hanno visto la partecipazione di centinaia di cittadini, ha spinto l’Azienda Ulss 9 ha riproporre ancora la giornata. “Sensibilizzare i cittadini alle manovre in caso di arresto cardiaco è un vero contributo alla salvezza di vite umane, fondamentale per i minuti che precedono l’arrivo dei nostri operatori - spiega il primario Paolo Rosi -. Sono circa 450 ogni anno gli arresti cardiaci negli adulti in provincia di Treviso. Solo nel 20% dei casi il malcapitato trova a fianco a se qualcuno in grado avviare le manovre di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce in attesa dei soccorsi sanitari”.

L’iniziativa è un ulteriore servizio alla popolazione del 118 Treviso Emergenza che ogni giorno mette a disposizione i suoi 80 operatori. Un impegno mirato alla sensibilizzazione e prevenzione che si aggiunge alla già notevole mole di attività di soccorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento