rotate-mobile
Cronaca Motta di Livenza

Suicidio ad Azzano Decimo, litiga con la compagna e si impicca

Un 35enne originario di Motta di Livenza, dopo una violenta discussione con la fidanzata, avrebbe deciso di compiere il gesto estremo

È stato trovato morto dai carabinieri nella sua abitazione di Azzano Decimo (PN), si era impiccato. A dare l’allarme potrebbero essere stati i suoi genitori, non riuscendo a mettersi in contatto con lui. L’uomo, un 35enne originario di Motta di Livenza, si sarebbe suicidato dopo un litigio con la sua compagna, una 31enne residente a Pramaggiore (VE). Stando alle primissime ricostruzioni, il giovane sarebbe già stato sposato, ma si tratta di un matrimonio finito male. Viveva nel Pordenonese da qualche mese, vi si era trasferito per stare con la fidanzata, ma i due avrebbero litigato poco prima che lui decidesse di compiere il folle gesto. Rientrato nella sua casa, sarebbe poi stato trovato morto.

AVVELENA IL MARITO E POI SI UCCIDE

Nulla da fare per salvarlo, ormai se n’era già andato. Le indagini sono cominciate intorno alle 20 di venerdì, appena dopo il ritrovamento, in quanto poteva trattarsi anche di un omicidio. Ma sentendo le dichiarazioni dei conoscenti e dei familiari, lì’ipotesi del suicidio pare quella più plausibile. Il pm ha comunque disposto l’autopsia sul corpo dell’uomo per verificarne le reali cause di morte. Si tratta di una vicenda drammatica ed un gesto davvero estremo che ha sconvolto le cittadine.

SUICIDIO A VEDEAGO, 29ENNE SI SPARA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicidio ad Azzano Decimo, litiga con la compagna e si impicca

TrevisoToday è in caricamento