rotate-mobile
Cronaca Conegliano

Infermiera si uccide in casa di riposo con iniezione letale

E.D.R., 41 anni, si è tolta la vita nel bagno della casa di riposo dove lavorava, a Conegliano. La donna, originaria di Pordenone, si sarebbe iniettata un mix di farmaci

Drammatico ritrovamento, martedì, in un bagno della casa di riposo "Casa Fenzi" a Conegliano.

Alcuni infermieri hanno trovato il corpo senza vita di una collega, E.D.R. una 41enne originaria di Pordenone ma da tempo residente nella città del Cima.

Da quanto si è appreso la donna si sarebbe uccisa iniettandosi un mix letale di farmaci. I colleghi hanno subito dato l'allarme, ma ogni tentativo di rianimarla si è rivelato inutile.

Non sono chiari i motivi che avrebbero spinto l'infermiera al gesto estremo: non sono stati trovati al momento lettere o biglietti di addio.

Sul caso indaga il commissariato di polizia di Conegliano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermiera si uccide in casa di riposo con iniezione letale

TrevisoToday è in caricamento