Cronaca Via Chiesa

Suicidio a Roana: trevigiano 38enne si lancia dal ponte

L'uomo abitava Borso del Grappa, ma era originario del vicentino. Alla base del gesto la paura di perdere il lavoro. Lascia moglie e figli

Il ponte di Roana

BORSO DEL GRAPPA - ll famigerato ponte della Val D'Assa nel vicentino miete un'altra vittima. Infatti lunedi alle 16.45 a mettere fine alla sua vita è stato L.R., un 38enne residente a Semonzo di Borso del Grappa in via Chiesa, ma originario di Thiene (Vi)

L'uomo era tormentato dalla paura di perdere il lavoro, almeno secondo quanto trapelato dal contenuto di un biglietto d'addio lasciato alla moglie e ai due figli, e probabilmente proprio a causa di questo motivo ha deciso di lanciarsi nel vuoto dal ponte di Roana. La tragedia avrebbe comunque un testimone, un automobilista di Treviso, che scorta l'auto del suicida parcheggiata all'ex trattoria "Al Ponte" ha rallentato scorgendo il 38enne aggirarsi sul bordo del parapetto. Nemmeno il tempo di fermarsi che l'uomo aveva compiuto il triste gesto. L'allarme è scattato immediatamente, ma nè i carabinieri nè i vigili del fuoco di Asiago hanno potuto evitare la tragedia. Il recupero della salma è avvenuto poi solo alle 19.45, a causa della impervia zona in cui sono avvenute le operazioni, ed è stata trasportata al nosocomio più vicino.

Secondo quanto poi verificato dai militari, il suicida avrebbe chiamato la moglie A.P. poco prima di buttarsi per spiegare il suo gesto. Sul posto anche i carabinieri della locale stazione di Canove e la polizia municipale di Roana per i rilievi del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicidio a Roana: trevigiano 38enne si lancia dal ponte

TrevisoToday è in caricamento