menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esterno del Maffioli

L'esterno del Maffioli

I genitori non vogliono frequenti una compagna di classe: lui si suicida con l'acido

A perdere la vita uno studente 16enne dell'Istituto Alberghiero Maffioli di Crespano del Grappa. Inutili i soccorsi dei genitori, il giovane è spirato all'arrivo all'ospedale di Bassano

CRESPANO DEL GRAPPA Se ne è andato a soli 16 anni ingerendo, presso la propria abitazione, dell'acido che non gli ha lasciato scampo. Si tratta, nello specifico, di uno studente dell'Istituto Alberghiero Maffioli di Crespano del Grappa originario dello Sri Lanka, ma da anni in Italia con i propri genitori con i quali viveva nel vicentino. Nella notte tra lunedì e martedì, però, il dramma. 

Il ragazzo, infatti, nei giorni precedenti aveva informato mamma e papà di essersi invaghito di una compagna di classe italiana, un amore acerbo, ma che in quel momento per il 16enne voleva dire molto. La probabile relazione amorosa tra i due, rimasti sempre amici, non era però ben vista dai genitori, tanto da impedire ogni contatto tra il figlio e la ragazzina. Una situazione evidentemente ingestibile per il giovane che, senza dare alcuna avvisaglia ad insegnanti ed amici, stava soffrendo in silenzio questa chiusura verso il suo primo amore. Ed è proprio per questo che, come riporta "la Tribuna", ha deciso di farla finita ingerendo del liquido corrosivo. Subito i genitori si sono accorti che il figlio stava male ma, una volta saliti in auto per trasportarlo all'ospedale di Bassano del Grappa (VI), il ragazzo è peggiorato ed è arrivato al nosocomio in condizioni gravissime che, nonostante il tempestivo intervento dei medici, non gli hanno lasciato scampo alcuno.

La sua scomparsa è stata inoltre talmente inaspettata, che a comunicarlo al dirigente scolastico sono stati i carabinieri il giorno successivo, mentre il compito di informare i compagni di classe è stato demandato agli insegnanti. Una situazione però di non facile gestione, tanto che la scuola ha deciso di richiedere uno psicologo per tutta la classe, mentre la Procura di Vicenza ha già aperto contro ignoti un fascicolo per istigazione al suicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento