Cronaca Via Francesco Baracca

Braciere per riscaldare l'abitazione, tre intossicati dal monossido

E' successo nella tarda serata di domenica a Colfosco di Susegana, in un'abitazione di via Francesco Baracca. Per due dei residenti è stato necessario il trasferimento in camera iperbarica

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco

Tragedia sfiorata nella tarda serata di domenica, poco dopo le 23, a Colfosco di Susegana, all'interno di un'abitazione di via Francesco Baracca. Tre fratelli marocchini di 40, 28 e 36 anni, sono rimasti intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio che sono state provocate da un braciere che era stato acceso in cucina per rendere un pò più tiepida la temperatura, all'interno dell'abitazione. Poco dopo le 23 di domenica le conseguenze dell'utilizzo del braciere hanno cominciato a manifestarsi: forte torpore, malessere, difficoltà respiratorie, nausea, senso di vomito. Preoccupati per quanto stava avvenendo loro i tre fratelli stranieri hanno chiesto l'intervento del Suem 118. In via Baracca sono giunte così le ambulanze e l'automedica: gli stranieri, visitati sul posto, sono risultati essere intossicati. Per due di loro il medico ha disposto l'immediato trasferimento all'ospedale dell'Angelo di Mestre dove sono stati immediatamente sottoposti a trattamento in camera iperbarica. Per il terzo fratello, con una forma di intossicazione molto più lieve, è stato sufficiente una visita di controllo presso il pronto soccorso dell'ospedale di Conegliano. Sul posto intervenuti anche i carabinieri della stazione di Susegana e i vigili del fuoco di Conegliano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braciere per riscaldare l'abitazione, tre intossicati dal monossido

TrevisoToday è in caricamento