Covid 19, tutti negativi i colleghi dell'operaia contagiata alla Electrolux

La conferma è arrivata nella mattinata di oggi, lunedì 31 agosto, nel corso della riunione dell'unità di crisi Covid dell'azienda. I 9 operai negativi sono in attesa ora del secondo tampone che sarà svolto il 5 settembre

I tamponi degli operai della linea 3 della Electrolux di Susegna, dove venerdì un'operaia è risultata infettata dal  Covid 19, sono tutti negativi. La conferma è arrivata questa mattina, lunedì 31 agosto,  nel corso della riunione dell'unità di crisi Covid dell'azienda. C'è però un caso ulteriore in attesa di risultato che riguarda un operaio febbricitante sospeso e in verifica. Secondo la procedura, adottata correttamente, i 9 operai negativi sono in attesa ora del secondo tampone che sarà fatto il 5 settembre. Se risulterà negativo potranno rientrare.

A quanto pare il contagio dell'operaia 45enne, di origine sengalese,  è avvenuto in ambito familiare. E' infatti emerso che suo figlio 25enne è uno dei lavoratori dell'Aia colpiti dal coronavirus. Anche l'altra figlia, poi, è risultata contagiata. Il giovane è stato sottoposto al test rapido a Vazzola, quando è stato scoperto il focolaio nello stabilimento di macellazione e confezione delle carni. L’operaio è tornato a casa tranquillo ma subito dopo ha avvertito qualche leggero sintomo. Il 22 agosto ha deciso, pertanto, di sottoporsi al tampone, programmato dall’Ulss2 al distretto. Lunedì 24 ha ricevuto la conferma che temeva: positivo. Le sue condizioni di salute, però, non si sono aggravate. La donna è in quarantena, come tutti i familiari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non c'è alcun focolaio all'Electrolux - sottolinea Francesco Benazzi, direttore generale dell'Usl della Marca -  il contatto con il caso dell'Aia non preoccupa, perché i controlli eseguiti immediatamente sugli altri lavoratori hanno dato esito negativo. Non siamo in presenza di un cluster come accaduto per l'azienda Aia di Vazzola».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento