rotate-mobile
Cronaca Montebelluna

Diciassettenne all’ospedale dopo uno spinello, arrestato l’amico

Una festa da sballo si è conclusa all'ospedale per un diciassettenne montebellunese. Dopo aver fumato uno spinello, ceduto da un amico, si è sentito male

Voleva provare l’ebbrezza di fumare uno spinello, ma è finito all’ospedale un diciassettenne del Montebellunese. L’amico che gli aveva ceduto la canna, invece, è finito nei guai.

I due minori, ieri sera, erano ad una festa di Carnevale in un’abitazione privata. Con loro una ventina di studenti, invitati dal padrone di casa. Musica a tutto volume, balli, e tra una bibita e una frittella qualcuno ha pensato di aggiungere al programma della serata un tocco trasgressivo, che ha rischiato di avere gravi conseguenze sull’invitato diciassettenne.

Secondo quanto accertato dai Carabinieri, si è trattata di una sorta di iniziazione: il ragazzo si è appartato con un coetaneo per fumare una “doppietta”, uno spinello che anziché essere preparato con marijuana e tabacco nella stessa misura, conteneva una doppia dose di “erba”.

Dopo pochi “tiri” il diciassettenne è crollato sul pavimento, svenuto, e si è risvegliato solo in ospedale, dove è rimasto per cinque ore sotto osservazione medica.

Avvertiti dalla direzione ospedaliera, i Carabinieri hanno avviato le indagini, ascoltando gli invitati alla festa e accertando, poi, le responsabilità dell’amico della vittima. Il ragazzo che aveva ceduto lo spinello al diciassettenne è stato quindi arrestato e affidato ai genitori ed è a disposizione del pm del Tribunale dei minori di Venezia.

In relazione all’episodio, il comandante dei Carabinieri di Treviso, il colonnello Gianfranco Lusito, ha contattato oggi scuole e associazioni giovanili per organizzare una serie di incontri di sensibilizzazione sugli effetti dell’assunzione di alcol e droga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciassettenne all’ospedale dopo uno spinello, arrestato l’amico

TrevisoToday è in caricamento