Cronaca

Molesta le dipendenti comunali e minaccia il sindaco: Szumski lo caccia via

E' successo giovedì all'interno del Comune di Santa Lucia di Piave, negli uffici dell'Anagrafe. L'uomo, già conosciuto per episodi similari, rischia ora una denuncia

Ha aspettato che gli uffici dell'Anagrafe fossero privi di cittadini e, una volta rimasto solo con le dipendenti comunali, ha iniziato a molestarle pesantemente, finendo per urlare contro di loro e minacciarle per il fatto che non potevano soddisfare le sue richieste. A quel punto, sentite le urla dell'uomo di origine straniera, il sindaco Riccardo Szumski è uscito dal suo studio e, dopo aver fatto subito uscire le donne presenti in quel momento, ha letteralmente scacciato dall'edifico il molestatore che, però, è successivamente rientrato nello stabile dopo qualche minuto di attesa all'esterno. Inevitabile è stato quindi il successivo intervento della polizia municipale che ha riportato alla calma l'uomo, non prima però che lo stesso minacciasse il sindaco di fargli "tagliare la gola". Un episodio che è stato subito oggetto di un post su Facebook, da parte di Szumski, che ha subito ricevuto decine di commenti di sostegno per il nuovo medico-sindaco e ora "sceriffo". In ogni caso, il molestatore rischia ora una denuncia, anche perché non sarebbe il primo episodio del genere ai danni delle dipendenti comunali che ora temono per la loro incolumità. Infine, venerdì il sindaco ha chiesto ai vigili urbani il controllo della targa di un'auto sospetta trovata marciante in contromano lungo via Martiri della Libertà. Un'attenzione in più anche a causa dei furti avvenuti in paese negli ultimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molesta le dipendenti comunali e minaccia il sindaco: Szumski lo caccia via

TrevisoToday è in caricamento