Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Tartaruga azzannatrice abbandonata in un fosso: intervengono i carabinieri

Il ritrovamento è avvenuto in fosso nella frazione di Dosson, a Casier. La tartaruga, molto aggressiva e pericolosa se disturbata, è stata sequestrata dai militari del Cites di Vicenza

La tartaruga azzannatrice trovata a Dosson

I carabinieri del Cites di Vicenza hanno sequestrato un esemplare di tartaruga azzannatrice (Chelydra Serepentina) abbandonata in un canale di scolo a Dosson di Casier. L'esemplare, in buono stato di salute e del peso di circa 10 chili, è stato sequestrato a carico di ignoti come previsto da un decreto del Ministro dell'Ambiente che inserisce questa specie tra gli animali considerati pericolosi per la salute pubblica e quindi non detenibili né tantomeno vendibili.

WhatsApp Image 2021-05-07 at 11.49.19 (1)-2

Secondo i carabinieri del Cites la tartaruga era stata abbandonata dal proprietario dopo che l'animale era diventato aggressivo e di dimensioni troppo grandi. L'animale è stato affidato ad una struttura specializzata in attesa del trasferimento presso un centro autorizzato alla detenzione di specie pericolose. Originaria del Nord America, la tartaruga azzannatrice è una delle più grandi tartarughe d’acqua dolce, insieme alla tartaruga alligatore. Il suo areale sono le acque acque stagnanti, fiumi o laghi poco profondi causa della lunga testa e del potente morso che può infliggere nel caso in cui venga infastidita. L’abbandono di questi animali, oltre che punibile penalmente, è dannoso anche per il rischio di introduzione di specie aliene in molti ambienti rurali. I carabinieri forestali consigliano di prestare particolare attenzione in caso di avvistamento di tali esemplari, contattando subito gli le autorità competenti.

WhatsApp Image 2021-05-07 at 11.49.19 (2)-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartaruga azzannatrice abbandonata in un fosso: intervengono i carabinieri

TrevisoToday è in caricamento