Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Al Teatro del Pane il nuovo cd di Chivilò-Grosso, lo spettacolo di Beppe Casales e la rassegna "Fuori dagli sche(r)mi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

LES LOUPS GAROUS – GIOVEDI' 5 novembre
SUPERFIABA – VENERDI' 6 novembre
FUORI DAGLI SCHE(R)MI - DOMENICA 8 novembre
TEATRO DEL PANE - FONTANE DI VILLORBA (TV)

La programmazione del Teatro del Pane - via Fontane 91, Fontane di Villorba (TV) – continua nel segno del costante e felice connubio fra arti: musica, teatro e cinema.
Giovedì 5 novembre coinciderà con la presentazione del nuovo album di Simone Chivilò e Riccardo Grosso, dall’emblematico titolo Les Loups Garous, che richiama il capolavoro firmato nel 1995 da Willy De Ville, uno dei più iconici artisti rock di sempre. Il disco rappresenta un ideale punto di contatto tra i suoni LO-FI delle vecchie registrazioni che hanno acceso la scintilla di tutta la musica moderna e un songwriting più elaborato e profondo e mescola perciò una scrittura raffinata con l’energia ancestrale delle radici. Miscelando i suoni trasmessi dalle vecchie radio degli anni ‘30 con le suggestioni romantiche, tratteggiate da alcune delle penne musicali più ispirate di sempre - come quella di Tom Waits, di Bob Dylan o di Willy DeVille appunto - Les Loups Garous distilla un melange sonoro inedito e originale, minimal ma dannatamente efficace e spruzzato di blues. 
A conferma di questo, è bene ricordare che entrambi i musicisti vantano profonda esperienza sul piano internazionale: Simone Chivilò ha suonato praticamente ovunque e con diversissimi artisti tra i quali spiccano Elliot Murphy (con il quale ha anche registrato) e Massimo Bubola, oltre a distinguersi come produttore discografico sia in ambito indie-rock che Latin (vincendo due Latin Awards per i dischi prodotti), Riccardo Grosso ha portato la sua armonica sui palchi americani di New Orleans e di St.Louis, oltre alle sue numerose esibizioni in qualità di sideman o di band leader sui palchi di mezza Europa. Apertura ore 20.00, Concerto ore 21.00 – Ingresso € 5 con CD edizione limitata in omaggio.
Venerdì 6 novembre invece, sarà la volta della prova aperta di SUPERFIABA, nuovo spettacolo teatrale di e con Beppe Casales, una storia che mette in scena una favola normale, di quelle che ci venivano narrate quando eravamo bambini. Racconta di un ragazzo che ha perso il coraggio. Racconta di come questo ragazzo cerca di riavere il suo coraggio. Racconta una storia d'amore, ma anche la morte. SUPERFIABA è una storia di liberazione perché, come dice Italo Calvino, nelle fiabe c'è “lo sforzo per liberarsi e autodeterminarsi inteso come un dovere elementare, insieme a quello di liberare gli altri, anzi il non potersi liberare da soli, il liberarsi liberando”. Beppe Casales ha alle spalle ormai una lunga carriera, iniziata a Padova nel 1998, nel corso della quale ha lavorato con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Michela Cescon e Mirko Artuso. È autore e interprete dei monologhi Einstein aveva ragione, Salud, Appunti per la rivoluzione e La spremuta, portati in scena in tutta Italia. Apertura ore 19.30, Cena ore 20.00 - € 25, Spettacolo ore 21.30 € 10.
Domenica 8 ottobre, per la rassegna cinematografica “Fuori dagli sche(r)mi”, verrà invece proiettato Oltre il giardino, capolavoro del 1979 di Hal Ashby, con Peter Sellers al quale il film valse una candidatura all’Oscar, tratto dal romanzo Presenze dell’autore polacco Jerzy Kosinski che ne scrisse la sceneggiatura. Chance (Peter Sellers) è un giardiniere analfabeta (la sua sola fonte d'istruzione è la TV), il quale ha trascorso l’intera vita lavorando in una casa di Washington. Alla morte del padrone, ormai cinquantenne, ma con l'età mentale di un bimbo, è costretto ad andarsene. Mentre vaga per le strade, viene urtato dall'auto di una ricca signora la quale, colpita dalla sua aria di distinto gentiluomo, e preoccupata forse più del dovuto, lo porta a casa, per farlo curare dal medico di famiglia. Il nuovo soggiorno riserverà contrattempi e equivoci che non mancheranno di far sorridere e riflettere. Una commedia brillante e beffarda che svela una corrosiva critica sociale in equilibrio tra favola e apologo, accostabile a quella dei film "politici" di Frank Capra. Accompagnerà questa proiezione il Menù del giardiniere a base di verdure, germogli e piatti vegetariani. Film ore 18, cena ore 20, biglietto (film + cena) 25 €, Bambini (cartone + cena) 5 €, è consigliata la prenotazione. Ai bambini sarà riservato uno spazio per cartoni e animazioni (dalle ore 18 fino alla cena). Tutti i menu saranno accompagnati dal pane Panecinema, cotto a legna, con pasta madre centenaria e farine biologiche.
Domenica 8 ottobre infine avrà luogo un corso di piccola pasticceria, rivolto a tutte le persone che intendano imparare a fare i dolci al cucchiaio, torte e dolci monoporzione: dalla crema pasticcera al millefoglie classico, tutti i passaggi e i segreti per una buona riuscita. Calendario: 8, 15, 29 novembre. Orario: domenica mattina, dalle 9:00 alle 13:00
Per info: info@teatrodelpane.it. Come arrivare al Teatro del Pane: https://teatrodelpane.it/contatti/


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Teatro del Pane il nuovo cd di Chivilò-Grosso, lo spettacolo di Beppe Casales e la rassegna "Fuori dagli sche(r)mi"

TrevisoToday è in caricamento