Cronaca

Teatro Strappato e Massimo Cirri al Teatro del Pane

Al Teatro del Pane vanno in scena le storie degli ultimi con la prima italiana di "Betùn", il nuovo spettacolo della compagnia Teatro Strappato, venerdì 14 ottobre, e la presentazione dell'ultimo romanzo di Massimo Cirri "Un'altra parte del mondo", sabato 15 ottobre.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Seconda settimana di programmazione per il Teatro del Pane di Villorba che, venerdì 14 e sabato 15 ottobre, ospiterà rispettivamente la prima italiana del nuovo spettacolo di Teatro Strappato e Massimo Cirri accompagnato da Mirko Artuso nel racconto/lettura del suo ultimo romanzo, Un'altra parte del mondo, edito da Feltrinelli.

Venerdì 14 verrà, infatti, presentato per la prima volta in Italia lo spettacolo Betùn di Teatro Strappato, una compagnia internazionale di attori-artigiani con sede a Berlino - considerata tra i piú innovativi gruppi del panorama teatrale contemporaneo - il cui lavoro di ricerca è caratterizzato dalla creazione e dall'uso delle inconfondibili maschere in cuoio.

Il progetto dedicato ai bambini che vivono e lavorano nelle strade delle metropoli dell'America Latina e che ha portato alla nascita di Betùn, si è sviluppato attraverso un lavoro di ricerca e di osservazione sul campo realizzato dalla compagnia durante un viaggio in Bolivia all'inizio del 2016. Partendo dall'idea che il teatro abbia la responsabilità e l'obbligo di aiutare gli esseri umani a conoscersi nonostante le distanze, Teatro Strappato racconta in uno spettacolo indimenticabile di maschere senza parole che ha per protagonista il piccolo Betùn, la storia di quei milioni di bambini anonimi e indifesi che popolano le periferie del mondo.

Sabato 15 ottobre sarà, invece, ospite al Teatro del Pane Massimo Cirri - tra le tante cose, voce storica dell'altrettanto storica trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio2 - che parlerà del suo ultimo libro. Il romanzo, ispirato alla vicenda di "Aldino", figlio di Palmiro Togliatti, ricostruisce in maniera delicata e attenta, attraverso voci, stralci di notizie e documenti la storia dimenticata dell'unico figlio del "Migliore", "una storia di solitudine, timidezza e gentile follia. La storia di un uomo che non ha lasciato memoria in un mondo pieno di memoria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Strappato e Massimo Cirri al Teatro del Pane

TrevisoToday è in caricamento