rotate-mobile
Cronaca Istrana

315 ore mai lavorate, tecnico del 51mo Stormo accusato di truffa

Un 55enne è accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato. Il tecnico, in servizio presso il 51mo Stormo dell'aeronautica militare di Istrana, avrebbe barato sulle ore lavorate

Avrebbe barato sulle ore lavorate, approfittando dello Stato.

E' questa l'accusa a carico di un 55enne, tecnico preso il reparto di manutenzione del 51mo Stormo dell’aeronautica militare di Istrana. L'uomo avrebbe presentato un conto di 315 ore lavorate, per un compenso di circa tremila euro, che secondo la Procura non avrebbe dovuto percepire.

I fatti risalgono agli anni 2008-2010. A denunciare l'assenteismo del 55enne sarebbe stato un collega.

Il tecnico trevigiano, accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato per quelle ore mai lavorate, sostiene invece che il suo orario di impiego era  flessibile e che le uscite non sempre venivano annotate sui registri sebbene fossero effettuate per motivi di lavoro. Tanto che in fase di udienza preliminare ha scelto di non avvalersi di alcun rito alternativo.

Dal primo maggio 2010 i registri incriminati sono stati sostituiti da un sistema con cartellino elettronico da timbrare e da allora non si sono più verificate assenze sospette o contestazioni.

Nella prossima udienza del processo, che vede il Ministero della Difesa come parte lesa, verrà analizzato il metodo di registrazione delle presenze degli operai e dei tecnici che lavorano per gli aerei del 51mo Stormo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

315 ore mai lavorate, tecnico del 51mo Stormo accusato di truffa

TrevisoToday è in caricamento