rotate-mobile
Cronaca

Video-trappole ad Asolo contro chi abbandona i rifiuti

L'amministrazione comunale ha ricevuto un contributo dalla Regione Veneto per l'installazione di impianti di sorveglianza di ultima generazione

Il Comune di Asolo rafforza i controlli per prevenire il deposito e l'abbandono incontrollato di rifiuti nel territorio. L'amministrazione, grazie a un contributo regionale del valore di 5 mila euro, acquisterà nuove telecamere mobili, ad alta definizione, per individuare i trasgressori.

Si tratta di "video trappole" mobili e operative 24 ore su 24, facilmente spostabili e riposizionabili nei luoghi interessati dagli abbandoni anche in orario serale e notturno, così da contrastare con maggiore efficacia questo malcostume.

La tecnologia interviene pertanto a supporto del significativo impegno contro il fenomeno degli abbandoni da parte degli agenti della polizia locale, intensificatosi negli ultimi mesi in collaborazione con i carabinieri forestali della stazione Asolo Monte Grappa. «I luoghi che saranno tenuti sotto controllo sono stati individuati anche in base alle preziose segnalazioni da parte dei cittadini, di associazioni ambientaliste e associazioni di volontariato che hanno un ruolo fondamentale non solo per trasmettere il buon esempio ma anche per il monitoraggio del nostro territorio - spiega il Sindaco Mauro Migliorini -. Con l’utilizzo delle telecamere l’obiettivo è quello di facilitare gli agenti che si occupano dell’individuazione di soggetti che commettono tali reati».

Grazie alla tecnologia di questa strumentazione, sarà possibile registrare le targhe dei veicoli e venire a conoscenza dei nomi dei trasgressori. Saranno interessate diverse aree, sentieri, percorsi ciclopedonali, corsi di fiumi e torrenti ma anche i cimiteri, «perché abbiamo notato che anche lì, purtroppo, ci sono episodi di abbandono dei rifiuti», ha concluso il primo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video-trappole ad Asolo contro chi abbandona i rifiuti

TrevisoToday è in caricamento