Dipendente Mom aggredita, telecamere all'autostazione

L'azienda di trasporti ha annunciato l'installazione di due occhi elettronici alla stazione delle corriere di Treviso: "Situazione allarmante"

L'autostazione di Treviso

TREVISO — Una dipendente viene aggredita, Mom installa due occhi elettronici alla stazione degli autobus di Treviso. Dopo l’episodio avvenuto venerdì scorso e reso noto dalla stessa azienda di trasporti che ha visto una donna al centro di un’aggressione, Mobilità di Marca ha deciso di migliorare la sorveglianza. “Come noto – commenta il presidente MOM, Giulio Sartor - l’azienda ha più volte sollecitato organi di polizia e amministrazione locale affinchè fossero migliorate le misure di vigilanza nell’area per garantire l’incolumità e la piena sicurezza dei nostri utenti, ma anche dei dipendenti Mom”.

L’aggressione rappresenta uno degli ultimi episodi avvenuti all’autostazione di Treviso. “In attesa che tali misure siano adottate, Mom ha scelto di intervenire di propria iniziativa e a proprie spese disponendo l’installazione di due telecamere di video sorveglianza già dalla prossima settimana – ha annunciato Sartor -. Siamo certi della fattiva collaborazione dell’amministrazione comunale poichè tale strumentazione possa essere collegata e costantemente monitorata dalla centrale della polizia locale, già a partire dai prossimi giorni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento