menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Ca' Foncello di Treviso

L'ospedale Ca' Foncello di Treviso

Telemedicina al via nell'Ulss 9 per il sostegno alla depressione

La sperimentazione nell'azienda sociosanitaria trevigiana riguarderà 200 pazienti e almeno 20 di medici di medicina generale e specialisti

TREVISO -. Sperimentare nuovi strumenti di telemedicina a supporto della cura della depressione che favoriscano la relazione tra medico e paziente. E’ questo il principale obiettivo che intende perseguire l’Azienda ULSS 9 Treviso, con il supporto di Arsenà.IT, partecipando al progetto europeo MasterMind (Management of mental health disorders through advanced technology and services – teleHealth for the mind) che studia e sperimenta servizi di telemedicine per la cura di pazienti adulti affetti da depressione. La sperimentazione nell’azienda sociosanitaria trevigiana riguarderà 200 pazienti e almeno 20 di medici di medicina generale e specialisti. Il primo incontro di presentazione è previsto nella sede dell’Ordine dei Medici il 29 gennaio.

“Quando parliamo di depressione, situazione sempre più diffusa, penso sia indispensabile integrare strumenti innovativi nell’ambito dell’imprescindibile relazione umana tra medico e paziente – sottolinea il dr. Gerardo Favaretto, direttore del dipartimento di Salute Mentale dell’ULSS 9 che coordina il progetto - in Italia permane un problema di cultura ed esistono una serie di pregiudizi nell’approccio alle nuove tecnologie, che invece devono essere considerate delle grandi opportunità sia per avvicinare di più i pazienti a nuovi modi di proporre interventi terapeutici ma soprattutto per consolidare la rete della collaborazione fra medici di medicina generale e servizi per la salute mentale favorendo un uso adeguato e razionale delle risorse”. “MasterMind sarà un’esperienza innovativa per il territorio – sottolinea Favaretto – ci permetterà di sperimentare una serie di nuovi servizi di telemedicina per la cura di persone affette da depressione. Ricordo che le forme depressione possono riguardare fino al 10% della popolazione in diverse fasi della vita e costituiscono un fenomeno ad elevato impatto sociale”.

L’Azienda ULSS 9 Treviso, supportata da Arsenàl.IT, è partner dell’iniziativa europea che prevede la sperimentazione in particolare del servizio telematico di Terapia Cognitivo Comportamentale (computerised Cognitive Behavioural Therapy –  cCBT) e del servizio di cura collaborativa tra medici specialisti e MMG con l'utilizzo di sistemi di videoconferenza. Il 23 partner europei intendono, da una parte, migliorare la collaborazione fra medici di medicina generale e servizi specialistici per la salute mentale, identificando e curando precocemente le forme depressive e, contemporaneamente, rendere disponibili forme di cura efficaci, con modalità innovative, tali da permettere alle persone di gestire in autonomia i percorsi di terapia e favorire il superamento del problema pur con il sostengo di operatori dedicati.

Complessivamente nell’ampia partnership europea i servizi per la salute mentale vengono sperimentati in 15 regioni europee, coinvolgendo 5.200 pazienti e 116 professionisti, basandosi su precedenti esperienze svolte nei paesi nordeuropei (Danimarca, Olanda e Scozia). L’Azienda ULSS n.9 Treviso nello sviluppo del progetto è supportata da Arsenàl.IT per quanto riguarda la realizzazione dell’azione pilota sui 200 pazienti con 20 medici e per l’analisi HTA dei dati raccolti. MasterMind è iniziato a marzo 2014 e ha una durata di tre anni per un budget complessivo pari a  €14.000.000. Di questa cifra sono destinati all’Azienda ULSS n.9  €673.356, metà dei quali finanziati dalla Commissione Europea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento