rotate-mobile
Cronaca Castelfranco Veneto

Riceve cartella di Equitalia e vuole suicidarsi, salvata dai Forconi

Il dramma di una trentenne residente nella Castellana, impegnata nei presidi del movimento 9 dicembre. I compagni l'hanno trovata prima che compisse l'estremo gesto

Una tegola dopo l'altra e si è sentita sopraffare. Voleva farla finita una trentenne castellana, ma i manifestanti del presidio "9 dicembre" l'hanno salvata.

Secondo quanto riportato dalla Tribuna di Treviso la donna, prima di Natale, aveva ricevuto una cartella esattoriale da 49 mila euro per un presunto reddito non dichiarato dal compagno, da pagare entro pochi giorni. Una doccia fredda, alla quale se ne è aggiunta un'altra proprio a Natale: il fidanzato l'ha lasciata per un'altra e lei ha perso anche un tetto sotto cui stare.

Per lei è stato troppo. Il 30 dicembre non si è presentata al presidio dei Forconi, dove era attiva sin dall'inizio, e i compagni hanno cominciato a preoccuparsi: l'hanno cercata al telefono ma lei non rispondeva. Non si trovava nemmeno dalla madre. Finalmente un'amica è riuscita a contattarla. La trentenne ha risposto in modo sibillino, dicendo che stava aspettando un treno. Per gli amici erano parole che non lasciavano adito a dubbi e si sono attivati subito, cercandola lungo le linee ferroviarie e allertando le forze dell'ordine.

Fortunatamente l'hanno trovata davanti alla tomba del padre, in lacrime: non aveva avuto coraggio di buttarsi. Ora la donna sa di non essere completamente sola: al presidio ha trovato un nuovo punto di riferimento e ha fatto pace con la vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riceve cartella di Equitalia e vuole suicidarsi, salvata dai Forconi

TrevisoToday è in caricamento