menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La palazzina in causa

La palazzina in causa

Ladri tentano il furto, cacciati da una residente e arrestati

A tentare il colpo in una palazzina a Treviso due georgiani sui 30 anni. Gli agenti della polizia prima li inseguono e poi li arrestano

TREVISO - Ci hanno provato, ma è andata male. Ennesimo tentato furto nella Marca martedì a Treviso in viale Trento e Trieste, all'interno di una palazzina. Questa volta però il colpo non è andato a buon fine grazie all'intervento congiunto della squadra mobile e delle volanti della polizia. 

A finire in manette due georgiani, T.R.S di 32 anni e I.S. di 30 anni, poi condotti nel carcere di Santa Bona in attesa di giudizio. A loro carico figurano le accuse di tentato furto aggravato, porto di chiavi alterate e grimaldelli, guida senza patente, danneggiamento e possesso di documenti falsi. Inoltre, dagli interrogatori a cui saranno sottoposti potrà essere chiarito se siano loro i malviventi che hanno messo a segno colpi simili nel trevigiano nelle settimane scorse.

r

I fatti si sono comunque svolti molto velocemente. I due georgiani erano già stati avvistati dalla polizia prima che cercassero di mettere a segno il colpo, in quanto erano alla guida di una Citroen C3 vista più volte nella giornata nei pressi di varie aree residenziali del capoluogo. Insospettiti dal tragitto tenuto dall'auto, gli agenti li hanno seguiti fino a viale Trento e Trieste, zona stazione, dove i malviventi avevano posteggiato nelle vicinanze del civico 19.

I due uomini, convinti di agire indisturbati, sono saliti ai piani alti della palazzina, alla riceca di un'abitazione da svaligiare. Forse avevano tenuto d'occhio gli occupanti degli appartamenti, perchè diversi erano vuoti per via delle vacanze estive e proprio uno di questi è stato preso di mira. Dapprima hanno forzato la porta d'ingresso, poi una volta all'interno sono stati sorpresi da una vicina di casa, uscita sul pianerottolo insospettita dai rumori prodotti. A quel punto ai georgiani non è rimasto che fuggire in auto. Gli agenti, posteggiati sotto la palazzina, prima di mettersi all'inseguimento, hanno appurato quanto successo all'interno dell'appartamento e poi hanno fatto scattare l'arresto una volta raggiunta l'automobile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento