Cronaca Santa Bona / Via Albona

Era accusato di tentato omicidio: arrestato un 27enne latitante

Lo scorso 2 maggio l'uomo aveva sparato due colpi di pistola presso un condominio in via Albona a Treviso. Alla base del diverbio una diatriba su un telefonino

La Questura di Treviso, a seguito di un’articolata attività investigativa svolta dai poliziotti della Squadra Mobile, ha identificato e rintracciato nel comune di Prato l’uomo, un ventisettenne dominicano, che nella serata del 2 maggio scorso ha esploso due colpi di arma da fuoco all’ingresso di un condominio di Via Albona a Treviso, in direzione di due connazionali con cui aveva avuto un diverbio, poche ore prima, per futili motivi, provocando forte preoccupazione nelle persone ivi residenti.

L’aggressore, S.E., incensurato, in base alle indagini svolte dalla Squadra Mobile avrebbe avuto un diverbio con le vittime circa un presunto smarrimento/ritrovamento di un telefono cellulare e, dopo averle seguite in via Albona, avrebbe esploso due colpi di un’arma da fuoco ad oggi perònon ritrovata.

Attraverso incalzanti accertamenti investigativi, svolti sia con le classiche tecniche d’investigazione che con l’ausilio di strumenti tecnologici, i poliziotti della Squadra Mobile sono giunti all’identificazione del responsabile del tentato omicidio, nel frattempo datosi alla fuga, che è stato rintracciato alcuni giorni fa nella cittadina toscana. L'uomo è stato quindi arrestato in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Treviso per il tentato omicidio e per il porto illegale in luogo pubblico di un’arma da fuoco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era accusato di tentato omicidio: arrestato un 27enne latitante

TrevisoToday è in caricamento